Ducati Desmo Challenge a Franciacorta

Ducati Desmo Challenge a Franciacorta (Brescia)

Marco Caspon (Superbike), William Marchesi (Superstock) e Alessandro Valia (Protwins) si laureano campioni 2010

Autodromo Daniel Bonara di Franciacorta, 5 settembre 2010 - Dopo la pausa estiva, il trofeo dedicato ai bicilindrici desmodromici ha fatto tappa sul circuito di Franciacorta, in provincia di Brescia, per l’ultimo, decisivo round stagionale. C’era grandissima attesa, infatti, per le gare che hanno assegnato i titoli di tutte e tre le categorie in programma.

Si è partiti con la Supertwins, dove ancora una volta si è riproposto l’avvincente duello tra due straordinari interpreti del Desmodue, il motore Ducati a due valvole per cilindro: Valter Bartolini e Alessandro Valia. Questi ultimi hanno infiammato l’atmosfera del tracciato lombardo fin dalle prove e in gara hanno dominato la scena, con Valia che è scattato meglio allo spegnersi del semaforo e Bartolini che, dopo qualche giro, lo ha superato portandosi in testa alla corsa e mantenendo la posizione fino alla fine. A Valia è comunque bastata la piazza d’onore per laurearsi campione, mentre a Bartolini è andato il titolo Senior. Terzo, sia sotto la bandiera a scacchi che in campionato, si è classificato invece Simone Bulai, con Stefano Ferraiuolo primo nella classifica Desmodue Stock e Francesco Melchionno in quella degli Store sotto le insegne di Ducati Roma.

Colpi di scena a non finire, invece, nella Superstock, dove ancora una volta, purtroppo, è stato sfortunato protagonista Roberto Luigi Rozza, che per il secondo anno consecutivo vede sfumare le sue chance di vittoria all’ultima gara e non per demeriti propri, ma per problemi tecnici. L’alfiere del Team Spring si trovava infatti in seconda posizione (piazzamento che gli avrebbe consentito di aggiudicarsi il titolo) quando a pochi giri dal termine la sua 1198 lo ha costretto al ritiro. A vincere gara e titolo è stato dunque il suo compagno di squadra William Marchesi, che ha preceduto Claudio Brambilla e Manuel Palleschi, terzo assoluto e primo dei piloti a bordo della 848. Nella classifica dedicata a questi ultimi, poi, il “podio” è stato completato da Marcello Gabrielli e Giuseppe Le Noci, con Claudio Rovati primo tra i Rookie e lo stesso Le Noci tra i Senior, mentre Paolo Mauri si è aggiudicato la sottocategoria riservata alla 1098. Per quanto riguarda la classifica assoluta, invece, un altro dei protagonisti mancati è stato Peter Ennemoser. L’altoatesino è stato infatti penalizzato di 30” per sorpasso in regime di bandiere gialle mentre si trovava nelle primissime posizioni.

A chiudere in bellezza la giornata ci ha pensato infine una classe Superbike all’insegna della massima incertezza, dove i tre piloti in lizza per il titolo, ovvero Marco Caspon, Luca Pini e Davide Grandi, hanno animato la gara dall’inizio alla fine. Grandi è stato il più rapido in partenza nonostante Pini scattasse dalla pole position, ma poco dopo tra i due c’è stato il sorpasso, con Pini che ha preso il comando delle operazioni, Grandi secondo e Caspon che, stabilitosi in terza posizione, amministrava saggiamente la corsa riuscendo così a vincere il campionato per due soli punti su Pini, nonostante quest’ultimo abbia tagliato per primo il traguardo davanti a Grandi! Tra i Rookie, invece, il migliore è stato Alberto Baracco, mentre il “sempreverde” Massimo Boccelli ha collezionato l’ennesima affermazione tra i Senior.

Ancora una volta, dunque, il monomarca della Casa di Borgo Panigale ha confermato il suo grande valore, così come nelle cinque edizioni precedenti, grazie a gare spettacolari, a tanti partecipanti appassionati e ad alcune tra le più belle e curate Ducati in circolazione.

Alla gara di ieri le Classifiche Generali si chiudono quindi come segue: nella Superbike è primo Marco Caspon, con 97 punti, seguito da Luca Pini 95 e Davide Grandi, 81; per la Superstock in testa William Marchesi, con 86 punti, Claudio Brambilla, 81 e Roberto Luigi Rozza, 72; per la Protwins infine, Alessandro Valia, con 115 punti, Valter Bartolini, 106 e Simone Bulai, 61.

Le emozioni non finiscono qui. Prossimamente ci sarà infatti la tradizionale cerimonia di premiazione della stagione appena conclusa e stavolta si è deciso di fare le cose in grande, allestendo qualcosa di veramente speciale. L’appuntamento è infatti per sabato 25 settembre, all’interno delle celebrazioni per il Mondiale Superbike in piazza a Imola, in presenza dei piloti ufficiali Ducati, quando con buona probabilità verranno anticipati anche i primi programmi e le novità del DDC per il prossimo anno. Un evento da non perdere!

Redazione