Valentino Rossi deluso: un’altra giornata di test buttata via!

Valentino Rossi, deluso per l'ennesima giornata a vuoto a Sepang

Sepang sempre più amara per la Ducati e per Valentino Rossi che non riescono a sfruttare al meglio questi giorni di test.

Ieri il pilota pesarese è stato il primo ad entrare in pista per la sessione mattutina dei test, ed è stato severamente punito per questo suo eccesso di professionalità da giove pluvio, che gli ha rovesciato qualche secchiata d’acqua, qualora non fosse stata sufficienta una pista in pessime condizioni.

Ironia della sorte, nel momento in cui la pista cominciava ad essere quasi decente il tempo diventava clemente, quasi un miracolo, ma per gli altri, non per Valentino Rossi e la sua GP12, poichè a quel punto, il primo treno di gomme era già bello che andato.

Abbiamo deciso di tenere la seconda per il pomeriggio” dirà poi Valentino Rossi riferendosi al secondo stock di gomme… peccato che nel pomeriggio è poi arrivata altra pioggia, quindi: giorno “1″ buttato alle ortiche, anzi non tutto perchè il nostro valoroso, ha almeno provato la moto su pista bagnata, saggiandone la tenuta.

Oggi invece, che ci sarebbe stato brutto tempo si sapeva già con certezza quasi assoluta, come lo si sa anche di domani, e quindi il team Ducati rischierà di trovarsi nella scomodissima situazione di aver gettato la seconda sessione di test invernali a vuoto. Certamente la stessa cosa è successa a tutti i team (più o meno), e la Honda oggi non è neanche scesa in pista per un problema al motore, tuttavia, il problema in casa Ducati è proprio che, se oggi dovesse partire la stagione, la “rossa” sarebbe indietro nella preparazione rispetto alle sue dirette rivali, che sono una Honda già quasi in forma splendida ed una Yamaha che ci sta arrivando.

Possiamo concludere con una considerazione: la Ducati paga salata questa sessione di test quasi a vuoto, e dovrà assolutamente recuperare il gap nelle prossime settimane, cosa non facile considerando che manca poco più di un mese all’inizio del campionato, ma il rischio è di ritrovarci con Valentino Rossi e Nicky Hayden su una moto incompleta che verrà “configurata” via via durante la stagione, non dando loro la giusta competitività in questo campionato dove i concorrenti sono già un passo avanti.

Ecco per completezza, la dichiarazione di oggi di Valentino Rossi:
Un’altra giornata quasi persa ed è un vero peccato perché per noi è molto importante poter girare il più possibile e oggi la pista era in condizioni decisamente migliori rispetto a ieri. Dato che la pioggia era prevista, come è arrivata, nel primo pomeriggio, abbiamo cercato di concentrare tutto il lavoro possibile nelle prime ore dei test. Quindi, nell’arco di appena una ventina di giri e utilizzando entrambe le moto, abbiamo provato il nuovo “traction control”, qualche particolare software inerente l’anti-impennamento e altri piccoli dettagli riguardanti la posizione in sella. Ognuna di queste cose mi ha dato un’impressione buona, quindi abbiamo riunito il tutto nel set-up di una solo moto, abbiamo montato una gomma nuova e… è cominciato a piovere. Fine dei giochi. Diciamo che la parte positiva è che tutte le cose nuove mi hanno dato un buon feeling, quindi spero davvero che domani riusciremo a lavorare un po’ più a lungo”.

Redazione