MotoGP: Stoner strappa la pole a Crutchlow, Rossi lotta ma è 9°, Dovizioso 7°

Casey Stoner ottiene la sua prima pole all'Estoril

Si infiammano le qualifiche dopo l’incidente tra Randy De Puniet e Colin Edwards, con Casey Stoner che va a segnare un crono di 1’37:188 a sette minuti dal termine della sessione e porta a casa l’ennesima pole della carriera e la prima sul circuito dell’Estoril.

Alla carica per la pole rispondono attivamente le Honda di Stoner e Pedrosa e ben tre Yamaha (Crutchlow, Lorenzo e Spies), tutti e cinque i piloti si alternano sul podio virtuale delle qualifiche, con un’accesa lotta Stoner-Lorenzo che si portano via la pole a vicenda fino a 10 minuti dal termine quando, appena rientrati in pista dopo la bandiera rossa, Cal Crutchlow (Monster Tech3) va a siglare una pole provvisoria straordinaria, che però viene battuta due minuti più tardi da quella ancora più straordinaria di Stoner con un -0.101 e successivamente passata anche da Pedrosa che si piazza davanti al britannico per soli 13 millesimi.

Retrocede in quarta posizione Jorge Lorenzo, dopo essere stato a lungo in testa, e partirà dalla seconda fila insieme al compagno di scuderia Ben Spies e insieme ad un Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini) in perfetto stato di grazia.

Terza fila quasi italiana con Andrea Dovizioso (Monster Tech3) che termina col 7° tempo e Valentino Rossi (9°), tra i quali si inserisce a due minuti dalla fine Hector Barbera, sempre più a suo agio sulla Ducati Pramac, che passa l’italiano per 53 millesimi di secondo.

Parzialmente bene le Ducati, con Valentino Rossi che termina con il 9° tempo ma non deve ingannare la posizione, Rossi chiude a meno di un secondo da Stoner, 0.871 per la precisione, e Nicky Hayden (10° a 1.065 dalla vetta) ha più volte sfiorato la seconda fila.

Il migliore delle CRT è Aleix Espargaró (Power Electronics Aspar), seguito dal compagno di squadra De Puniet e da Yonny Hernandez (Avintia Racing MotoGP), mentre gli altri italiani si posizionano al 16° posto con Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini), 17° con Mattia Pasini (Speed Master) e 20° Danilo Petrucci (Came IodaRacing Project).

Pos Pilota Naz. Team Moto Time Gap 1°/ Prev
1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 1’37.188
2 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 1’37.201 0.013 / 0.013
3 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 1’37.289 0.101 / 0.088
4 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 1’37.466 0.278 / 0.177
5 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 1’37.723 0.535 / 0.257
6 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 1’37.917 0.729 / 0.194
7 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 1’37.943 0.755 / 0.026
8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team Ducati 1’38.006 0.818 / 0.063
9 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 1’38.059 0.871 / 0.053
10 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 1’38.253 1.065 / 0.194
11 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 1’38.265 1.077 / 0.012
12 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 1’39.353 2.165 / 1.088
13 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 1’39.398 2.210 / 0.045
14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 1’39.586 2.398 / 0.188
15 Yonny HERNANDEZ COL Avintia Blusens BQR 1’40.029 2.841 / 0.443
16 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 1’40.225 3.037 / 0.196
17 Mattia PASINI ITA Speed Master ART 1’40.387 3.199 / 0.162
18 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing Suter 1’40.964 3.776 / 0.577
19 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport ART 1’41.394 4.206 / 0.430
20 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda 1’41.486 4.298 / 0.092
21 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR 1’41.490 4.302 / 0.004

Redazione