MotoGP: Pedrosa vince e riapre il mondiale, Stoner cade, Dovizioso 3°, Rossi 6°

Dani Pedrosa (Repsol Honda), vince al Sachsenring e sorpassa in classifica Stoner (MotoGP 2012)

Grandissima prova di Dani Pedrosa (Repsol Honda) che vince al Sachsenring battendo in duello il leader del campionato e suo compagno di scuderia Casey Stoner.

La partenza aveva visto lo scatto vincente proprio dello spagnolo della Honda che era riuscito nell’intento di mettere dietro Stoner, Lorenzo e Spies, ma il predominio dura poco meno di due giri, tanto basta all’australiano per prendere la testa del gruppo ed iniziare a dettare il ritmo della gara.

Ritmo di gara che vede le Honda iniziare a prendere margine e Jorge Lorenzo (Yamaha) per non perdere aderenza dal duo di testa deve forzare il sorpasso sul compagno di scuderia, Ben Spies, cosa che gli riesce bene dopo 5 giri. L’americano numero 11 subisce il colpo ed è facile preda di Dovizioso prima e Crutchlow poi. Le tre Yamaha si uniscono alle Ducati di Hayden, Barberá e Rossi, tutti in lotta per la 4ª piazza.

12 giri al termine ed è gara a due. Questa volta Pedrosa attende le mosse di Stoner e lo passa provando a tirare nella seconda parte. Lorenzo corre solo verso il podio, mentre Dovizioso sembra il candidato principale alla 4ª piazza anche grazie all’uscita di pista di Cal Crutchlow a 5 giri dal termine.

Ultimo giro spettacolare con le due Repsol Honda che si sfidano a suon di record in ogni settore. Scivola Stoner a tre curve dal termine con l’anteriore che si chiude e lo spagnolo può festeggiare la prima vittoria stagionale, la sesta su questo circuito.

Jorge Lorenzo, senza brillare eccessivamente, torna sul podio, e il secondo gradino del Sachsenring lo proietta nuovamente solo in cima alla classifica generale con 14 punti su Pedrosa e 20 su Stoner.

La sfida più emozionante, quella per il 4º posto, si trasforma in un’altra grande emozione con Andrea Dovizioso e Ben Spies che si giocano nuovamente la figura di “vice Lorenzo”. Ancora una volta è l’italiano ad avere ragione che trova il terzo podio stagionale. Bello quanto inaspettato.

Con l’idolo di casa Stefan Bradl (LCR Honda) in quinta posizione, non dispiace rivedere Valentino Rossi nella top6 dopo una sfida importante con un impressionante Bautista (7º) e Cal Crutchlow, ottavo nonostante l’uscita di pista. Barberà e Hayden completano la top10.

In CRT, eliminati Pirro e Pasini ad inizio gara, è vita facile per Randy de Puniet (Power Electronics Aspar), 11º e ora un po’ più vicino al compagno di squadra Aleix Espargaró in 13ª posizione. Sul podio virtuale di categoria anche Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing), 12º mentre Yonny Hernandez (Blusens Avintia MotoGP) e James Ellison (Paul Bird Motorsport) entrano in zona punti.

Pos Pt. Pilota Naz. Team Moto Time
1 25 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 41’28.396
2 20 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha +14.996
3 16 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha +20.669
4 13 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha +20.740
5 11 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda +27.893
6 10 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati +28.050
7 9 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda +28.246
8 8 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha +28.447
9 7 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team Ducati +29.053
10 6 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati +29.226
11 5 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART +53.176
12 4 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing Suter +58.204
13 3 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART +1’04.654
14 2 Yonny HERNANDEZ COL Avintia Blusens BQR +1’13.543
15 1 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport ART +1’30.318
16 Franco BATTAINI ITA Cardion AB Motoracing Ducati 1 Giro
17 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda 1 Giro
18 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR 1 Giro
Non classificato
Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 1 Giro
Mattia PASINI ITA Speed Master ART 26 Giri
Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 27 Giri

Redazione