Solo Lorenzo sporca il dominio Honda in Qatar

Casey Stoner - Repsol Honda Moto GP 2011, vince il GP del Qatar

Repsol Honda alla terza potenza, o almeno, così poteva essere se non ci fosse stata la zampata di Jorge Lorenzo, campione del mondo in carica, che sfrutta il duello Stoner-Pedrosa per aggiudicarsi la seconda piazza della prima gara stagionale.

Tutto come da pronstico, anzi, quasi, perchè Stoner ha dovuto comunque giocarsela con un Pedrosa in ottimo stato di forma, e solo l’esperienza dell’australiano è stata la discriminante che gli ha permesso di poter operare il sorpasso finale. Ne ha beneficiato anche Jorge Lorenzo (Yamaha) che come dice il detto “tra i due litiganti il terzo gode“, riesce a colpire Dani Pedrosa nell’unico momento di vulnerabilità, soffiandogli la seconda posizione.

A completare il dominio Honda arriva poi Andrea Dovizioso che appronta un’epica battaglia con Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), dalla quale esce vincitore. I due italiani non si risparmiano, con manovre al limite del regolamento, ed ottengono rispettivamente la quarta e la quinta piazza.

Male le Ducati, sembra quasi un liet motiv di inizio stagione, ma Valentino Rossi, come nei test e nelle qualifiche, perde gradualmente potenza a causa dell’ormai noto problema alla spalla, e conclude solamente al settimo posto, mentre Nicky Hayden termina nono.

Sfortunato il team Pramac (Ducati), che vede uscire i propri piloti (Randy De Puniet e Loris Capirossi), praticamente a inizio gran premio, mentre Toni Elias questa volta non termina in ultima posizione poichè a 4 giri dal termine cade (fortunatamente senza conseguenze).

In casa Yamaha la felicità non si limita al secondo posto di Lorenzo ma anche alla zampata di Ben Spies che porta via il sesto posto proprio a Valentino Rossi.

Redazione