Primi test a Portimao per il BMW Motorrad Italia

Ayrton Badovini BWM Motorrad Italia SBK - test Portimao

Il BMW Motorrad Italia Supebike Team inizia l’attività 2012 con i primi test privati sul circuito di Portimao. In pista i due piloti italiani del Team hanno provato la moto con una configurazione ibrida, solo con alcune soluzioni 2012. Ayrton Badovini è stato subito veloce con la nuova moto, mentre Michel Fabrizio prende confidenza con la nuova moto concentrandosi sul set up.

Le condizioni meteo favorevoli che hanno accompagnato i tre giorni di test sul circuito portoghese hanno consentito al team di svolgere una gran mole di lavoro. La giornata di lunedì è stata dedicata alla verifica dei nuovi componenti, soprattutto sotto il profilo dell’affidabilità. Anche se si è trattato di modifiche e non di stravolgimenti della moto, era necessario verificare che tutto funzionasse. Il secondo giorno la squadra ha lavorato sui vari set up e sul bilanciamento, provando anche soluzioni estreme per capire la reazione della moto alle modifiche. Infine, nella terza giornata, il lavoro si è concentrato su un nuovo software per la gestione dell’elettronica pronto proprio in occasione di questi test.

Ayrton Badovini ha trovato subito un ottimo feeling con la moto, realizzando già dai primi giri tempi che gli hanno consentito di essere tra i migliori.
E’ stato amore a prima vista! Con la nuova moto mi sono sentito subito a mio agio, è facile e mi piace parecchio – ha dichiarato Ayrton -. In questi primi test abbiamo lavorato accuratamente sul bilanciamento ed abbiamo provato delle nuove soluzioni di ciclistica ed elettronica. Il risultato è stato positivo infatti siamo sempre stati in linea con i migliori e questo è di buon auspicio per la prossima stagione nella quale vogliamo raccogliere i frutti del lavoro sinora svolto. La squadra ha lavorato benissimo sia a casa sia qui ed il risultato si vede.

Seconda uscita con la BMW e prima con la nuova moto per Michel Fabrizio che, dopo aver girato nel test svoltosi il martedì successivo alla gara di Portimao, è tornato in pista sullo stesso circuito ma con la moto con l’attuale configurazione.

Un test decisamente positivo. – ha così commentato la tre giorni portoghese, Michel – Abbiamo provato tutto quello che c’era da provare per ‘cucirmi’ la moto addosso, senza pensare troppo ai tempi. In particolare ci siamo concentrati sulle sospensioni, forcelle e forcellone, e la moto ha sempre risposto come ci aspettavamo. Nel complesso la moto mi piace, non ho cercato il tempo, infatti in questo test ho preferito concentrarmi soprattutto sulla conoscenza della moto“.

I migliori tempi realizzati al termine dei tre giorni sono stati 1’42.5 per Ayrton Badovini e 1’43.3 per Michel Fabrizio.

Al termine delle prove, Serafino Foti, direttore sportivo del BMW Motorrad Italia Superbike Team, ha così commentato:
Questo test è servito per verificare che tutto il lavoro fatto in questi mesi fosse positivo. Infatti ci siamo concentrati sui nuovi componenti che abbiamo sviluppato in base ai dati di quest’anno, lavorando sulle aree critiche riscontrate. Nel complesso sembra che tutto vada positivamente. E’ chiaro che tre giorni di test non sono sufficienti per definire la configurazione della moto 2012, però direi che siamo abbastanza soddisfatti in quanto sembra andare già meglio della versione 2011. Prima dell’inizio del campionato abbiamo ancora cinque giorni di test e, tempo permettendo, cercheremo di sfruttarli al massimo. Il meteo è stato clemente e ci ha permesso di lavorare con molta tranquillità, in particolare Ayrton si è concentrato sui diversi tipi di assetti della ciclistica e di mappatura con per quanto riguarda l’elettronica. Per Michel il discorso è leggermente diverso, infatti ci siamo focalizzati sul suo apprendistato con la nuova moto cercando di fargli trovare un buon feeling in previsione dei prossimi test. Essendosi però presentato nuovamente il problema al braccio destro avremo bisogno di fare delle verfiche mediche per valutare un’eventuale operazione“.

I prossimi test come da regolamento Superbike riprenderanno a metà febbraio sul circuito australiano di Phillip Island.

Redazione