Motomondiale logo

Superbike, presentato alla stampa il Team Althea Racing

Ufficializzati, con la presentazione dedicata a stampa ed appassionati, il Team Althea Racing, la nuova moto ed i suoi piloti per la stagione 2015.


Team-Althea-Racing-2015

Se qualcosa ci era stato anticipato nel corso dei test invernali che hanno avuto luogo nel mese di gennaio, livrea ufficiale e schieramento completo dei piloti del Team Althea sono stati presentati nella giornata di ieri a Montecchio Maggiore (VI), di fronte ad una sala gremita di giornalisti.

Il tutto davanti agli occhi attenti di Genesio Bevilacqua, patron della squadra italiana, che una volta ancora ha dalla sua parte la Panigale 1199 ed uno schieramento d’eccellenza, e non solo all’interno della classe regina. Nico Terol e Matteo Baiocco si sfideranno con i top rider della Superbike, dando vita ad un’inedita tappa della loro carriera. Il primo ha dalla sua un’ampia esperienza nelle classi minori del Motomondiale, dove nel 2011 si è laureato campione della 125cc, ma ha anche affrontato diversi alti e bassi in Moto2, il secondo conosce bene la moto di Borgo Panigale ed ha preso parte nella scorsa stagione al campionato italiano nella categoria Superbike, classificandosi secondo, alle spalle di Ivan Goi. Entrambi sperano di riscattarsi con questa nuova avventura. Queste le dichiarazioni dei due:

Nico Terol: “Sono molto contento e fiducioso alla vigilia di questa nuova avventura, non ho girato molto, ma la moto mi piace e mi sono divertito. Seguivo già la Superbike in TV, e pensavo che il livello fosse alto. Ora me ne sono potuto rendere conto di persona. Giugliano ha fatto veramente un gran tempo con la Panigale a Jerez, cosa che mi rende felice, ma anche Rea e Sykes non hanno scherzato. Credo che siano questi tre i piloti più forti.” – riferendosi al connazionale Carlos Checa, ha continuato dicendo – “Mi piacerebbe fare come lui. Carlos è un amico e gliene ho parlato, ma non ho ancora avuto occasione di chiedergli consigli. In Spagna mi hanno tutti fatto le congratulazioni quando hanno saputo dove avrei corso dopo un anno difficile. Devo ancora abituarmi alle gomme, specialmente quelle da qualifica, e all’elettronica, ma già sento la moto più “mia”. Mi manca ancora il ritmo perché abbiamo fatto solo un test di fatto, ma il mio stile va bene per la Ducati. Mi diverto in sella e, partendo da questo, sono sicuro che i risultati arriveranno”.

Matteo Baiocco: “Il mio lavoro mi ha dato l’opportunità di essere qui, e penso che siamo al posto giusto e al momento giusto. In Spagna abbiamo fatto dei buoni tempi con la gomma da gara. Nico mi è stato davanti, è vero, ma corriamo in venticinque, non in due. Ci sono quattro o cinque piloti di altissimo livello, ma non siamo lontani. Vogliamo stare con loro, se non davanti”.

Nella categoria della Superstock 1000 saranno Raffaele De Rosa e Luca Salvadori i portabandiera della squadra.