Motomondiale logo

La sala stampa di Austin accende i riflettori per la MotoGP

Si accendono i riflettori sul gran premio di Austin con la conferenza stampa, a cui si sono presentati Rossi, Iannone, Lorenzo, Marquez, Smith e Hayden.


Conferenza-Stampa-Austin

Con la classica conferenza stampa del giovedì, il gran premio delle Americhe, ad Austin, si avvicina alle battute iniziali. I piloti presentatisi davanti alla folta lista di giornalisti internazionali sono stati il leader di classifica momentaneo Valentino Rossi, Andrea Iannone, Jorge Lorenzo, Marc Marquez, Bradley Smith e Nicky Hayden.

Partiamo proprio dallo statunitense che festeggia questo weekend il suo 200° gran premio:

“Duecento gare sono davvero un bel traguardo! Quasi non riesco a credere che sia passato così tanto tempo, io sento ancora la stessa passione. Ci sono state molte gare memorabili, fra tutte la stagione del mio titolo mondiale.”

Valentino Rossi: “È sempre bello iniziare il Campionato con una vittoria, in Qatar è stata una bella battaglia, mi sono divertito un sacco, soprattutto nello scontro con Dovizioso. Qui Marc è sempre andato forte, ma la nostra moto è migliorata molto rispetto all’anno scorso e credo che il gap sarà inferiore. Le previsioni meteo parlano di possibili precipitazioni: sarà una bella incognita, perché non abbiamo mai corso qui sul bagnato.”

Andrea Iannone: “Sono molto contento del primo podio, sia per me, sia per la squadra. Sarà difficile ripetersi su questo tracciato, ma farò del mio meglio. La GP15 ha sorpreso un po’ tutti, è stata subito veloce e ha ancora un gran margine di sviluppo. Il podio in Qatar è stata una bella conquista per tutto il nostro Paese, ma i piloti spagnoli sono sempre molto forti.”

Jorge Lorenzo: “In Qatar abbiamo lavorato tanto nel corso del weekend e avevamo un buon passo. Poi in gara è accaduto qualcosa di inaspettato. L’anno scorso sono stato io a commettere un errore proprio qui: sono umano anch’io. Può accadere a chiunque. Ma siamo un team e la mia squadra mi ha sempre mostrato il suo supporto.”

Marc Marquez: “Nonostante tutto, in Qatar è stato un buon weekend. E adesso c’è Austin, una delle mie piste preferite. Come tutti i tracciati americani d’altronde. Spero che Dani [Pedrosa] possa tornare presto. Le Yamaha rimangono le nostre principali rivali, ma le Ducati sono state finora una vera sorpresa.”

Bradley Smith: “Quest’anno la lotta tra i team satellite è ancora più serrata. Mi sono potuto preparare bene durante l’inverno e adesso mi sento molto più fiducioso in sella alla moto. Spero di continuare così, so di poter migliorare ancora.”