Motomondiale logo

SSP, Donington: le dichiarazioni a caldo del dominatore Sofuoglu

Kenan Sofuoglu domina la gara di Donington, successivamente dichiara di aver percepito sin da subito il vantaggio che Kawasaki riesce ad avere qui.


Ryde-Sofuoglu-Cluzel-Donington

La gara della Supersport di Donington ha visto svilupparsi una questione a tre nelle prime fasi, con una giovane wild card inglese che ha provato a mescolare le carte del gruppo di testa, riuscendoci in parte.

Kyle Ryde (Pacedayz European TrackDays) tenta infatti di impensierire da prima il leader del mondiale Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing) e poi l’immediato inseguitore Jules Cluzel (MV Agusta Reparto Corse). I due di testa però hanno mostrato un passo imprendibile per il giovane centauro di casa, che ha poi strappato all’italiano Lorenzo Zanetti (MV Agusta Reparto Corse) la terza piazza. Il pilota turco rende ancora più solida la sua condizione di leadership in classifica generale ed ottiene la quarta vittoria consecutiva; a lui la parola:

“Sono molto contento, soprattutto perché questa è la quarta vittoria consecutiva e ci porta a 45 punti di vantaggio. Oggi avevamo un gran vantaggio rispetto ai nostri avversari grazie ad una moto che si adatta molto a questa pista. Me ne sono accorto in particolar modo nel corso della simulazione gara compiuta nella giornata di ieri. Quando è iniziata la corsa ho cercato di prendere subito la testa del gruppo e di creare un margine che ho poi cercato di gestire man mano che i giri passavano. Ero un po’ preoccupato per il meteo, era abbastanza freddo e per questo motivo ho cercato di essere prudente, specialmente nelle curve a sinistra. Ad ogni modo, abbiamo lavorato bene, così come si è comportato anche il giovane pilota inglese [Kyle Ryde, wild card], che è giunto oggi sul podio. Già nel corso delle qualifiche ero rimasto sorpreso dal suo talento. Mi sono permesso tra l’altro di consigliargli di approcciarsi da prima al campionato europeo Stock600 per acquisire maggiore esperienza, e poi di tornare qui nel Mondiale”.

Tra i piloti giunti più tardi sulla bandiera a scacchi, troviamo Patrick Jacobsen (Kawasaki Intermoto Ponyexpres), quinto, Luke Stapleford (Profile Racing), sesto, Sam Hornsey (Profile Racing), settimo, Gino Rea (CIA Landlords Insurance Honda), ottavo, Niki Tuuli (Kallio Racing), nono, ed Andy Reid (CORE” Motorsport Thailand), decimo. Punti preziosi per il campionato sono stati conquistati anche da Roberto Rolfo (Team Lorini), che ha dichiarato di aver sbagliato la scelta delle gomme, Riccardo Russo (CIA Landlords Insurance Honda), Martin Cardenas (CIA Landlords Insurance Honda), Christian Gamarino (Team Go Eleven ), e Kieran Clarke (CIA Landlords Insurance Honda). Tra i diversi ritirati di giornata troviamo Marco Faccani (San Carlo Puccetti Racing), Fabio Menghi (VFT Racing) ed Alex Baldolini (Race Department ATK#25).