Motomondiale logo

La MotoGP si appresta a compiere il giro di boa della stagione

Troviamo schierati nella conferenza stampa del Gran Premio di Germania: Rossi, Lorenzo, Iannone, Márquez, Crutchlow, A.Espargaró e Bradl.


Press-Conference-Sachsenring-MotoGP

La carovana del Motomondiale si appresta a compiere il giro di boa e a salutare la prima parte di stagione. Questo weekend infatti si disputerà il GP di Germania al Sachsenring, e poi la pausa estiva avrà inizio e si concluderà solo con la gara di Indianapolis, che avrà luogo dal 14 al 16 agosto.

Il primo a prendere parola, come da consuetudine, è stato il leader del mondiale (+10 punti sul diretto inseguitore) Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP):

“Sono molto contento di queste prime otto gare della stagione e soprattutto dei punti conquistati finora. Anche questo fine settimana sarà molto importante: siamo al nono round, esattamente a metà campionato. Questa pista è diversa dalle altre, è un tracciato particolare e corto, con l’80% di curve a sinistra. Devi guidare in un altro modo. Secondo me la scelta della gomma anteriore sarà la chiave della gara. La Bridgestone qui ha portato molte soluzioni per l’anteriore, penso che questa pista sia la più difficile in tal senso insieme a Phillip Island. Per questo tracciato la gomma asimmetrica può essere un aiuto. Vedremo domani quando la proveremo, soltanto allora potremo valutarla.”

Segue il compagno di box, nonché primo contendente nella lotta al titolo, Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP):

“Proprio così, non ho mai vinto qui nei miei 12 anni di partecipazione al Campionato del Mondo, ma non è mai troppo tardi, ci proverò anche questa volta! Sarà importante iniziare col piede giusto dalle prime prove libere e cercare di avere un buon passo e un buon feeling. In alcuni settori ad Assen avevamo grossi problemi, il mio obiettivo qui è quello di iniziare forte e continuare a migliorare passo dopo passo, trovando la messa punto ideale.”

Andrea Iannone (Ducati Team) si dichiara curioso ed impaziente di provare la Desmosedici GP15 per la prima volta sul tracciato tedesco:

“Ho disputato un buon inizio di stagione e sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti sino ad ora. Tutto questo perché la GP15 è migliorata tantissimo, è completamente diversa rispetto alla moto che guidavo l’anno scorso. Sono arrivato sempre nelle prime 5 posizioni nelle ultime gare, voglio ottenere un buon risultato prima di andare in vacanza.”

Il circus mediatico ha indugiato molto su di lui ultimamente, ma il fatto che ciò accada per un buon risultato e non per un’altra caduta in gara rende felice il campione del mondo in carica Marc Márquez (Repsol Honda Team):

“Dopo il round di Assen sono fiducioso, abbiamo dimostrato di esser tornati ad un buon livello. Il Sachsenring è stato sempre un circuito sul quale mi sono trovato bene. È stato positivo finire la gara in Olanda, specie perché venivo dalle battute di arresto al Mugello e a Montmelò. Quindi il secondo posto per me è valso quanto una vittoria. Ora dobbiamo continuare in questa direzione.”

Cal Crutchlow (CWM LCR Honda), anch’egli incappato ultimamente in una serie di sfortunati ritiri, è tornato a conquistare punti iridati nella manche di Assen e a lottare con il gruppo tei top riders:

“Ad Assen non è stato affatto male finire sesto, specie dopo tre gare senza punti. Tutto il team ha fatto un ottimo lavoro, anzi, credo che avremmo potuto anche far meglio. Qui al Sachsenring sento di poter far bene, è un tracciato che mi piace e non vedo l’ora di correre con la mia Honda.”

Il microfono è poi passato al pilota Suzuki Aleix Espargaró (Suzuki Racing Team), che considera il tracciato del Sachsenring come uno dei più favorevoli alle caratteristiche della moto:

“Siamo tutti molto soddisfatti delle nostre perfomance e, nonostante la moto sia completamente nuova, non siamo poi così lontani dai ragazzi davanti. Se non per i punti, sono molto contento del feeling crescente. Gli ingegneri e tutto il team stanno facendo un ottimo lavoro. Se guardiamo indietro, a dove eravamo all’inizio, stento a credere a dove ci troviamo adesso. E siamo solo a metà stagione!”

Ha poi avuto l’attenzione della sala stampa il padrone di casa Stefan Bradl (Athinà Forward Racing), il quale si è però infortunato nel corso della scorsa gara, e sarà dunque costretto a guardare le moto in azione dai box:

“Come tutti sanno, lo scafoide è una parte molto delicata. I medici mi hanno sconsigliato di correre, ho bisogno di recuperare. Per fortuna, dopo questa gara, ho a disposizione tre settimane di vacanze per recuperare e tornare in forma. Abbiamo avuto un inizio stagione difficile, con qualche inconveniente d’elettronica, ma il nostro potenziale è alto e ancora non l’abbiamo dimostrato a pieno.”