Motomondiale logo

STK1000, Assen: qualifica fermata due volte ma Russo resta in testa

Ad Assen le qualifiche della Superstock, fermate ben due volte per l’esposizione della bandiera rossa, premiano Riccardo Russo, seguito da Leandro Mercado e Raffale De Rosa.

Russo-pole-position-Assen

Riccardo Russo (Pata Yamaha Official Stock) riesce e prevalere in un turno di qualifiche sfortunatamente caratterizzato dall’esposizione di due bandiere rosse: la prima delle quali giunta nel corso dei primi minuti della sessione, a seguito dell’incidente tra Florian Marino e Luca Vitali. La seconda è stata invece provocata dalla caduta di Andrea Tucci.

Tutti e tre i piloti in questione sono stati trasportati in Clinica Mobile per realizzare gli accertamenti necessari. I primi riscontri escluderebbero danni gravi. La pole position è pari a 1’38.248. Tre decimi più in là troviamo Leandro Mercado (Aruba.it Racing – Junior Team), mentre le terza piazza è di Raffaele De Rosa (Althea BMW Racing Team). Apre la seconda fila il vice-campione 2015 Roberto Tamburini (Nuova M2 Racing), mentre al suo fianco troveremo Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team) e Marco Faccani (Triple-M Racing). Completano la top10 Fabio Massei (Team Trasimeno), Danny De Boer (SWPN), Luca Salvadori (GP Project) e Wayne Tessels (MTM / HS Kawasaki).

In piena terza fila scatterà Luca Marconi (Team Trasimeno), undicesimo e più rapido di Jeremy Guarnoni (Pedercini Racing Kawasaki), Kevin Calia (Nuova M2 Racing), Marc Moser (Triple-M Racing) ed Alessandro Andreozzi (Team Pedercini).

Tra gli italiani più attardati troviamo Emanuele Pusceddu (SK-Racing Team by Barni), diciottesimo, Andrea Mantovani (Guandalini Racing Yamaha), immediatamente a seguire, Federico D’Annunzio (FDA Racing Team), ventunesimo, Andrea Tucci (Berclaz Racing by Motoxracing), fermo in ventiduesima posizione, Roberto Mercandelli (Team Pedercini), ventisettesimo, Luca Vitali (Team 2R Racing), che con ogni probabilità domani non prenderà parte alla gara, Federico Sanchioni (Punto Moto Corse by Clasitaly) e Francesco Cavalli (Phomunto Moto Corse by Clasitaly), rispettivamente trentaquattresimo e trentacinquesimo.