Motomondiale

SBK, Laguna Seca Gara1: altro trionfo di Rea, sul podio con lui Davies e Lowes

Il verdetto della prima manche del WeatherTech Raceway Laguna Seca è univoco, è infatti Jonathan Rea il trionfatore della gara; sul podio salgono però anche Davies e Lowes.

Rea-vincitore-Laguna-Seca-Gara1

Si tratta di altro continente ma il copione non cambia, è di nuovo Jonathan Rea infatti a prendersi il gradino più alto del podio. Il primo round del Gran Premio degli Stati Uniti, realizzatosi sul tracciato mozzafiato di Laguna Seca, premia dunque il leader del mondiale che riesce ad avere la meglio sull’uomo della pole position Chaz Davies, giunto al traguardo in seconda posizione. Il pilota Ducati parte molto bene e mantiene la prima posizione per sette passaggi, salvo commettere poi un errore in frenata e cedere il posto al rivale. Medaglia di bronzo invece per il vincitore di Brno Alex Lowes.

Se il pilota Yamaha si comporta molto bene, non è da meno Eugene Laverty che in sella all’Aprilia si colloca in quarta piazza, da dove dà le spalle a Marco Melandri, scattato dalla decima casella della griglia e riuscito a limitare i danni con una quinta posizione in una corsa non semplice. Stava andando bene invece la gara di Lorenzo Savadori che però scivola nel corso delle prime tornate quando occupava una delle posizione di vertice. Soffre anche Tom Sykes, settimo al momento dell’esposizione della bandiera a scacchi, mentre ad anticiparlo è il pilota Ducati del Team Barni Xavi Forés, sesto. La top 10 è completata poi da Michael van der Mark, Jordi Torres ed il pilota di casa Jake Gagne, per la prima volta così avanti in classifica.

Conquistano però punti iridati anche Yonny Hernandez, undicesimo, Romas Ramos, dodicesimo, Karel Hanika, tredicesimo e sostituto permanente di Ondej Jezek nel Team Guandalini Racing, Lorenzo Savadori, quattordicesimo, e Loris Baz, quindicesimo. Questi ultimi due in particolare sono incappati in una caduta e tornati in pista successivamente. Si ritirano invece Leandro Mercado, Patrick Jacobsen (autori tra l’altro di un piccolo contatto), Leon Camier, la wild card Herrin e Toprak Ratzgatlioglu, autore di una brutta caduta al “Cavatappi”. Non prenderà quest’oggi parte alla seconda manche il pilota del Team Puccetti che ha riportato la frattura di un alluce.