Motomondiale

MotoGP, Sachsenring: Marquez non fa sconti e si conferma il dominatore di questa pista

Poco si può fare contro un Marc Marquez indomabile al Sachsenring, è sua così la nona vittoria consecutiva in terra tedesca; sul podio con lui la coppia Yamaha Rossi-Viñales.

Marquez-vittoria-Sachsenring

Non che i suoi rivali non ci abbiamo provato ma davanti ad un Marc Marquez (Repsol Honda Team) da sempre così performante al Sachsenring, poco si è potuto. Il numero 93 conquista così la nona vittoria consecutiva sul tracciato tedesco dopo essere scattato per altrettante volte di fila dalla pole position. Il tentativo di fermare la sua indomabile marcia è rimandato al prossimo anno.

Bene la coppia Yamaha ufficiale che riesce a rispondere ai problemi tecnici riscontrati sulla M1 da entrambi i piloti, i quali tagliano il traguardo nell’ordine che segue: Valentino Rossi in seconda posizione e Maverick Viñales terzo con un distacco dei due dal vincitore che va dai due secondi ed un decimo ai due secondi e sette decimi. Danilo Petrucci (Alma Pramac Racing) vede sfumare il podio quando il recupero del numero 25 nei suoi confronti si fa inesorabile. Il pilota umbro in ogni caso taglia il traguardo in quarta piazza anticipando i compagni di marca Álvaro Bautista (Angel Nieto Team), Jorge Lorenzo (Ducati Team) ed Andrea Dovizioso (Ducati Team). Il numero 99, in particolar modo, scatta molto bene e si porta da subito in testa, sarà della lotta per il podio per alcune tornate, ma, complice la scelta di una gomma soft all’anteriore, perderà man mano terreno e sicurezza in staccata. Dani Pedrosa (Repsol Honda Team) riesce ad avere la meglio su Johann Zarco (Monster Yamaha Tech3) e si porta in ottava posizione, mentre la top 10 è poi chiusa da Bradley Smith (Red Bull KTM Factory Racing). Non va altrettanto bene all’altro pilota KTM Pol Espargaró, primo nel warm-up di stamane, che cade nelle primissime fasi a seguito di un contatto con Rins e conclude la corsa prematuramente, così come lo stesso numero 42.

Hafizh Syahrin (Monster Yamaha Tech3) è undicesimo e dà le spalle ad Andrea Iannone (Team Suzuki Ecstar), la cui gara viene in parte compromessa proprio dall’incidente avvenuto ad inizio corsa che ha coinvolto il suo compagno di squadra. Zona punti anche per Tito Rabat (Reale Avintia Racing), Jack Miller (Alma Pramac Racing) e Scott Redding (Aprilia Racing Team Gresini). Tra i ritirati di giornata a causa di una caduta vi sono anche i due alfieri del team LCR Cal Crutchlow e Takaaki Nakagami. Aleix Espargaró invece non dà proprio il via alla corsa a seguito della caduta del warm-up di stamattina che per lui si è tradotta in una forte contusione toracica nella zona costale sinistra.