Motomondiale logo

MotoGP: DesmoDovi conquista Misano, Lorenzo sfortunato, Rossi 7°

Gara quasi perfetta delle Ducati, vince Dovizioso ma Lorenzo cade a due giri dal termine e vanifica le buone sensazioni del week end, Rossi 7°

misano 2018 Andrea Dovizioso

Pronti via! Partenza a razzo di Lorenzo che si prende subito la prima piazza, dietro di lui Dovizioso, Marquez e il resto del mondo, il povero Jack Miller tiene la terza posizione per un solo giro, poi Marquez lo infila in curva e lo manda fuori pista. Rossi è in fondo, preso in mezzo al traffico della terza fila, e da li non riuscirà più a risalire.

Dopo la pole da record, la partenza di Lorenzo sembre indicare anche la gara perfetta per il maiorchino, la Ducati ormai è la moto da battere, e il n. 99 è in uno stato di forma strabiliante. La bagarre nelle retrovie coinvolge Rossi che viene superato da Pedrosa, ma per il Dottore è una gara da dimenticare, il 7° posto è un regalo di Jorge, che al penultimo giro va giù disteso in curva regalando posti a tutti, anche a Marquez (2°), con il quale dal 6° giro fino al 25° ha messo in scena un duello “rusticano” che ha movimentato una gara a tratti fin troppo noiosa.

Ma parliamo di Andrea Dovizioso, il numero 4 della Ducati sembra aver finalmente trovato continuità nei risultati dopo Brno (1°), collezionando tre podi (2 vittorie e 1 terzo posto) nelle ultime tre gare, scavalcando Valentino Rossi in classifica (154 punti a 153) e diventando di diritto il contendente di Marquez, anche se il pilota spagnolo è decisamente troppo avvantaggiato con 67 punti di vantaggio a sole 6 gare dal termine del campionato.

Comunque Dovizioso fa la gara perfetta per davvero, al sesto giro dopo aver studiato bene la situazione, apre il gas e supera il compagno di squadra Lorenzo, e dopo una decina di giri di ordinaria amministrazione, prende il via creando un gap con gli inseguitori che a pochi giri dal termine segnava oltre 2,5 secondi di margine sul primo inseguitore.

Guida pulita, nessuna sbavatura, sorpasso secco, questo è il Dovi, e adesso Marquez sa che non potrà più prendere nessuna gara sotto gamba.

Pos.PilotaNazioneTeamTempi/Distanza
1Andrea DOVIZIOSOITADucati Team42’05.426
2Marc MARQUEZSPARepsol Honda Team+2.822
3Cal CRUTCHLOWGBRLCR Honda CASTROL+7.269
4Alex RINSSPATeam SUZUKI ECSTAR+14.687
5Maverick VIÑALESSPAMovistar Yamaha MotoGP+16.016
6Dani PEDROSASPARepsol Honda Team+17.408
7Valentino ROSSIITAMovistar Yamaha MotoGP+19.086
8Andrea IANNONEITATeam SUZUKI ECSTAR+21.804
9Alvaro BAUTISTASPAAngel Nieto Team+23.919
10Johann ZARCOFRAMonster Yamaha Tech 3+27.559
11Danilo PETRUCCIITAAlma Pramac Racing+30.698
12Franco MORBIDELLIITAEG 0,0 Marc VDS+32.941
13Takaaki NAKAGAMIJPNLCR Honda IDEMITSU+33.461
14Aleix ESPARGAROSPAAprilia Racing Team Gresini+35.686
15Michele PIRROITADucati Team+35.812
16Bradley SMITHGBRRed Bull KTM Factory Racing+46.500
17Jorge LORENZOSPADucati Team+46.614
18Jack MILLERAUSAlma Pramac Racing+50.593
19Hafizh SYAHRINMALMonster Yamaha Tech 3+55.168
20Karel ABRAHAMCZEAngel Nieto Team+1’02.255
21Scott REDDINGGBRAprilia Racing Team Gresini+1’09.475
22Thomas LUTHISWIEG 0,0 Marc VDS+1’12.608
23Christophe PONSSONFRAReale Avintia Racing1 Giro
Non classificato
Stefan BRADLGERHRC Honda Team10 Giri
Pol ESPARGAROSPARed Bull KTM Factory Racing10 Giri
Xavier SIMEONBELReale Avintia Racing25 Giri