Motomondiale logo

Doppio appuntamento per la MotoGP al Misano World Circuit Marco Simoncelli

La MotoGP ed il Motomondiale scenderanno in pista al Misano World Circuit Marco Simoncelli per ben due appuntamenti stagionali, che si snoderanno nei weekend del 13 e 20 settembre.


La MotoGP ed il Motomondiale arriveranno nella Riders’ Land ed al Misano World Circuit Marco Simoncelli per ben due appuntamenti: il primo, il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, si disputerà come previsto nel weekend del 13 settembre, mentre la settimana seguente (20 settembre) avrà luogo il secondo, il Gran Premio dell’Emilia-Romagna e della Riviera di Rimini.

È stato raggiunto l’accordo tra Dorna, la Regione Emilia-Romagna, lo stato di San Marino, i comuni della riviera romagnola coinvolti ed ovviamente il circuito di Misano, che fisicamente ospiterà un inedito doppio evento. Si tratterà per l’appunto della quattordicesima e quindicesima edizione (dal 2007 ad oggi). Solo ieri ci veniva data la comunicazione ufficiale della cancellazione del Gran Premio d’Italia, alla quale segue oggi l’annuncio di un impegno sostanzioso da parte degli enti sopracitati. Oltre alle tre categorie di MotoGP, Moto2 e Moto3, scenderanno in pista i piloti della MotoE, campionato che realizzerà ben tre manche nel corso dei due weekend di gara romagnoli.

Ricordiamo qualche dato della passata edizione del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini: gli spettatori presenti nel corso della tre giorni furono 158.000 con un audience pari ad un miliardo di telespettatori. Da sempre l’arrivo della MotoGP in Romagna e a San Marino si traduce in grande visibilità mediatica ed in un indotto economico importante. Si calcola infatti che per ogni euro speso per la realizzazione dell’evento, vi sia stato lo scorso anno un ritorno di oltre 7 euro. Per quel che riguarda un’ipotetica presenza di pubblico sugli spalti del MWC, bisognerà attendere l’evolversi della situazione sanitaria; gli enti coinvolti sono comunque già al lavoro per assicurare, in caso di evento a porte parzialmente aperte, le norme di sicurezza.

“L’Emilia-Romagna dello sport e del turismo vuole ripartire e vuole tornare a vincere dando il meglio di sé e mostrando il meglio di sé, a partire dalla passione, dal talento, dall’accoglienza e dalla grande capacità ricettiva della nostra bellissima terra. In questo caso la Romagna, ma in generale tutta quanta la nostra regione- afferma il presidente Stefano Bonaccini -. Un binomio che negli ultimi qui ha voluto dire sviluppo e occupazione, fino al record di 60 milioni di presenze del 2019, oltre il 12% del Pil regionale. Una forza che vogliamo recuperare a pieno. Ed è con orgoglio che rivendico gli sforzi fatti non solo per riconfermare il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, che già lo scorso anno aveva visto un’affluenza record di spettatori sia per la gara sia per gli eventi collaterali, ma per raddoppiare con la novità assoluta del Gran Premio dell’Emilia-Romagna. Nonostante lo stop dovuto alla pandemia, non ci siamo voluti arrendere e abbiamo lavorato insieme ai territori, nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza a garanzia della salute dei piloti, dei loro team e degli organizzatori, per realizzare due eventi che, sono certo, non dimenticheremo. Saranno due Gran Premi diversi da quelli che siamo abituati a seguire da sempre, ma sono certo non meno emozionanti. E faremo il tifo per i grandi campioni di questo sport ma soprattutto per l’Emilia-Romagna, in un abbraccio, seppur virtuale, ma non meno caloroso, al circuito della MotoGP che rilancerà in tutto il mondo le immagini della nostra terra.”

“Ringrazio la Regione Emilia-Romagna e la Repubblica di San Marino – commenta il Ceo di Dorna, Carmelo Ezpeleta – insieme a tutte le autorità locali, la Riviera di Rimini, il Comune e la comunità di Misano per aver reso possibile lo svolgimento delle gare. Il raddoppio degli appuntamenti al Misano World Circuit è una cosa molto importante. Così come era molto importante fare questa stagione, riprendere le competizioni anche con un nuovo sistema e in condizioni di massima sicurezza. Quello che abbiamo definito è un calendario che guarda all’ottimismo, anche se per il momento le gare sono previste senza spettatori, ma saranno a settembre e da qui a lì vedremo cosa eventualmente succederà. Da qui, dall’Emilia-Romagna, da San Marino e dalla Riviera romagnola parte un messaggio importante, una terra carica di storia per quanto riguarda i motori, con Misano sempre presente nel Motomondiale. L’Italia è un Paese fondamentale per noi, e sarà un piacere, come ogni anno, essere a Misano a settembre.”