Motomondiale logo

MotoGP, Brno: pole a sorpresa per Zarco, in prima fila con Quartararo e Morbidelli

Nelle qualifiche della MotoGP a Brno vi è un poleman a sorpresa, Johann Zarco in sella alla Ducati privata del team Avintia; in prima fila con lui Quartararo e Morbidelli.


Una pole position che non ci si aspettava quella del pilota d’oltralpe Johann Zarco (Esponsorama Racing), più rapido di tutti nelle qualifiche odierne sulla pista di Brno in sella alla Ducati privata del team spagnolo. Il numero 5 è seguito dal connazionale Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) in seconda posizione ed attardato di tre decimi. La coppia francese farà da battistrada nella griglia di partenza di domani ma in prima fila vi sarà anche Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT), terzo sull’altra M1 del team satellite.

Ottimo il risultato di Aleix Espargaró (Aprilia Racing Team Gresini) che con la moto di Noale si colloca in quarta posizione anticipando Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) ed il fratello Pol Espargaró (Red Bull KTM Factory Racing), il cui miglior crono è stato cancellato per via delle bandiere gialle presenti in pista. I tre spagnoli andranno a riempire la seconda fila dello schieramento. Da notare che i primi sei piloti classificati sono racchiusi in un fazzoletto di 455 millesimi. Continua a dimostrarsi competitiva KTM che piazza anche Brad Binder in top ten e più precisamente in settima posizione, mentre risultano più attardati Danilo Petrucci (Mission Winnow Ducati Team), ottavo, Joan Mir (Team Suzuki Ecstar), nono, e Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP), decimo. Il pilota sudafricano in particolar modo ha avuto accesso al Q2 dopo esser passato dal primo turno di qualifiche dove ha agguantato la seconda posizione (complice la cancellazione del crono di Nakagami che superato i limiti della pista nel corso del proprio miglior giro).

Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) e Cal Crutchlow (Castrol LCR Honda), entrambi reduci da un infortunio avvenuto nel corso delle passate settimane, scatteranno domani rispettivamente dall’undicesima e dodicesima casella. Il primo dei due è oltretutto passato dal Q1 risultando il più rapido di tutti. La zona punti virtuale è completata poi da Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech3), tredicesimo, Jack Miller (Pramac Racing), quattordicesimo, e Tito Rabat (Hublot Avintia Racing), quindicesimo. Continuano a faticare Andrea Dovizioso ed il team factory Ducati; il pilota forlivese infatti è solamente diciottesimo.