Motomondiale logo

MotoGP, Austria: giunge la prima pole position per Pol Espargaró e KTM

Prima pole position nella classe regina per Pol Espargaró e KTM, i quali anticipano in prima fila Nakagami e Zarco, che però scatterà dalla pit-lane per la penalità inflittagli.


La gara numero 900 del Mondiale si disputerà domani in Austria, al Red Bull Ring. Quest’oggi nel frattempo si sono disputate le qualifiche utili alla formazione dello schieramento di partenza della corsa. Per la prima volta Pol Espargaró e KTM sono in pole position grazie ad un crono di tutto rispetto: 1’23.580. Il nipponico Takaaki Nakagami (Idemitsu LCR Honda) è secondo per una manciata di millesimi, mentre in terza piazza si colloca Johann Zarco (Esponsorama Racing).

Come già detto, questa è la prima circostanza in cui il pilota catalano, così come la Casa austriaca, scatterà dalla prima casella della griglia. Il secondo classificato, primo pilota Honda, si è invece visto cancellare l’ultimo giro per aver superato i limiti della pista. Un appunto merita poi Zarco, il quale, operato solo qualche giorno fa in Italia per una frattura allo scafoide, rientra oggi in pista e disputa prima il Q1 e successivamente il Q2. Il pilota d’oltralpe però dovrà scattare dalla pit-lane per la sanzione inflittagli dalla Direzione Gara a causa di quanto avvenuto domenica scorsa sempre sulla pista austriaca. La seconda fila vedrà al proprio interno Joan Mir (Team Suzuki Ecstar), autore sinora di un ottimo weekend e detentore di un buon passo gara, Jack Miller (Pramac Racing), che a causa di una scivolata nel corso della FP3 si è detto dolorante ad una spalla, e Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP), primo pilota per la Casa di Iwata.

Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) inaugura invece la terza fila anticipando Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech3), nono, e Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT), decimo e decisamente sottotono in queste qualifiche. Seguono i portacolori italiani Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) e Danilo Petrucci (Mission Winnow Ducati Team), rispettivamente undicesimo e dodicesimo. Quest’ultimo in particolar modo è risultato il secondo più rapido nel corso del primo turno di prove ufficiali. La zona punti virtuale è completata poi dai piloti KTM Iker Lecuona e Brad Binder, oltre a Valentino Rossi, il quale non può giocarsi sino all’ultimo la possibilità di accedere alla sessione successiva a causa di una scivolata avvenuta ad alta velocità. Michele Pirro (Pramac Racing), ancora presente in veste di sostituto di Pecco Bagnaia, è sedicesimo.