WSBK, Aragon gara 2: Rea si impone, Davies insegue da vicino e Bautista a podio

La seconda manche della Superbike si è disputata nel primo pomeriggio odierno al Motorland di Aragon, dove ad imporsi è stato per la seconda volta in questo weekend Jonathan Rea, che infatti in sella alla propria Kawasaki vince anche la Superpole race al mattino. Il campione del mondo in carica, nonostante qualche sbavatura, riesce a difendersi dall’arrembante Chaz Davies, anche oggi molto performante e scattato per la seconda manche dalla quinta casella dello schieramento. Il gallese è il primo pilota Ducati al traguardo, lo segue da vicino un ottimo Alvaro Bautista in sella alla propria CBR1000RR-R che riporta sul podio la Honda dopo un digiuno di quattro anni.

Giù dal podio, in quarta posizione, Scott Redding, che così perde la testa della classifica generale. Buona anche la prestazione odierna di Michael Rinaldi, quinto classificato, il quale porta la terza Ducati nelle prime cinque posizioni; sintomo quest’ultimo di un ottimo feeling tra la moto di Borgo Panigale e la pista aragonese. La sesta posizione è invece di Michael van der Mark, il quale anticipa Leon Haslam ed il proprio compagno di box Toprak Ratzgatlioglu, non propriamente brillante nel corso di questo weekend. Top 10 completata poi da Alex Lowes e Garrett Gerloff, che porta avanti in ottimo modo il proprio apprendistato nella classe regina del mondiale delle derivate di serie. Undicesimo e dodicesimo piazzamento per Xavi Forés e Tom Sykes, giunti al traguardo in quest’ordine. I piloti classificati dalla settima alla dodicesima piazza si sono confrontati assiduamente e contesi la testa del proprio gruppo consegnandoci così numerosi sorpassi.

In zona punti completano la seconda gara del weekend spagnolo anche Federico Caricasulo, Eugene Laverty e Maximilian Scheib. Diciannovesimo il portacolori italiano Luca Gabellini. Ritirati invece Loris Baz, Marco Melandri e Roman Ramos. Non ha preso parte alla corsa Leandro Mercado, infortunatosi a seguito di un brutto contatto con Sykes nella gara sprint di questa mattina.

Impostazioni privacy