MotoGP, il centauro tira in ballo Valentino Rossi: il paragone fa scalpore

Il nove volte iridato, Valentino Rossi, è stato chiamato in causa da un attuale rider della griglia della classe regina. Ecco di chi si tratta.

La MotoGP attuale sente l’estremo bisogno di riavere personaggi di spessore come Valentino Rossi. Quest’ultimo è stato il Deus Ex Machina del Motomondiale in oltre un quarto di secolo di storia. Il fenomeno di Tavullia avrebbe dovuto smettere prima o poi, ma quando è accaduto nel 2021 ha lasciato i fan della MotoGP senza parole. Il tripudio ricevuto in occasione della sua ultima gara a Valencia è stato di quelli che non si erano mai visti per nessuno.

MotoGP, il centauro tira in ballo Valentino Rossi
Il paragone con Valentino Rossi (Ansa) Motomondiale.it

Le tribune del tracciato valenciano erano, completamente, gialle. Ad eccezione dei fratelli Marquez, tutti ma proprio tutti hanno reso omaggio all’ex rider della Yamaha. In un modo o nell’altro anche gli altri campioni della classe regina hanno dovuto stendere il tappetto rosso al 46. Da Bagnaia, uomo simbolo dell’Academy del Dottore, a Quartararo, suo erede nel team factory della casa di Iwata. L’ultimo di una lunga lista di piloti che hanno omaggiato Valentino Rossi è Miguel Oliveira.

In occasione dell’appuntamento nell’Autodromo Internacional do Algarve, durante il weekend del Gran Premio del Portogallo, ben 175mila persone hanno riempito le tribune.

Vi sono stati fan che hanno affrontato lunghe trasferte per assistere alle gesta dei campioni della top class. In occasione della sfida domenicale ben 73mila tifosi hanno assiepato gli spalti, godendosi la vittoria di Jorge Martin, lo scontro tra Bagnaia e Marc Marquez, ma anche le prestazioni del centauro dell’Aprilia, Miguel Oliveira.

L’idolo di casa gareggia con il team satellite della casa di Noale. Dopo il quindicesimo posto ottenuto nel GP del Qatar, il ventinovenne ha replicato a Portimao, alzando l’asticella. E’ arrivata una ottima nona posizione che gli ha consentito di conquistare sin qui 8 punti totali in graduatoria. I tifosi portoghesi hanno sostenuto il centauro dal primo all’ultimo giro.

Miguel è originario di Almada (Lisbona), 286 km a nord di Portimao, ed è uno dei piloti più famosi della storia del suo Paese. Non ha mai sentito la pressione di affrontare le sfide del Motomondiale davanti al suo pubblico di casa. Nel 2020, in sella alla KTM, vinse la sfida, mandando tutti in visibilio.

Il paragone con Valentino Rossi

Ho visto questo livello di supporto solo negli anni in cui nel campionato c‘era un certo pilota, che ora si è ritirato. Sapete di chi sto parlando“, ha affermato il portoghese riferendosi chiaramente a Valentino Rossi, che è sempre stato l’idolo in ogni tracciato in cui ha corso. Miguel Oliveira si è sentito come il centauro di Tavullia quando correva nelle tappe italiane ed infiammava il pubblico ad ogni sgasata. La Yamaha ha preso una decisione storica.

Il paragone con Valentino Rossi
L’ammissione di Miguel Oliveira (Ansa) Motomondiale.it

È incredibile avere non solo la pista, ma l’intero Paese con te. È incredibile. Non riesco a descrivere la sensazione“, ha spiegato il centauro della squadra satellite dell’Aprilia in una intervista a Motorsport.com. La moto ha risposto bene e Miguel si è sentito lusingato dal fatto che il pubblico ha gridato il suo nome. Con l’arrivo di Trackhouse in MotoGP come nuova struttura satellite di Aprilia, Oliveira sta affrontando il campionato 2024 in sella alla RS-GP24. Nel team factory sono stati confermati, invece, Aleix Espargaro e Maverick Vinales.

Le sensazioni che ho sono buone. Mi sono completamente adattato allo stile di guida e a tutto il resto, ma la moto non funziona, non funziona come dovrebbe, ed è piuttosto frustrante“, ha affermato il pilota portoghese. La base di partenza è buona ma dovranno continuare a lavorare sodo per trovare risultati di spessore nel duello con le Ducati e le KTM.

Impostazioni privacy