Bagnaia “cacciato” dalla Ducati ufficiale: arriva la sentenza dell’ex collega

Dura affermazione da parte dell’ex pilota, con Pecco Bagnaia che a quanto pare non sarebbe più così indispensabile per Ducati.

Alle volte non basta vincere con costanza e continuità per poter essere considerato come un intoccabile e questo lo sa molto bene Pecco Bagnaia. “Nemo profeta in Patria” dicevano i latini e in effetti il popolo italico ha sempre avuto un po’ quella diffidenza verso i propri campioni, preferendo esaltare maggiormente l’eroe venuto da lontano.

Bagnaia "cacciato" dalla Ducati ufficiale: arriva la sentenza dell'ex collega
Pecco Bagnaia – Motomondiale.it

Due titoli MotoGP e uno Moto2 a quanto pare non bastano per poter catalogare Bagnaia come campionissimo, perché sorgono sempre una serie di dubbi nei suoi confronti che fanno male al mondo Ducati e al piemontese che però guarda per la propria strada. La casa di Borgo Panigale però crede fortemente in lui, tanto da avergli rinnovato il contratto fino al 2026.

Una decisione che dunque mette in chiaro come lui sia il futuro della scuderia, con la Ducati che deve solo decidere chi affiancare a Pecco per il prossimo anno. Bastianini, Marquez e Martin stanno cercando di capire quale sarà il proprio destino, ma c’è addirittura chi pensa che potrebbe essere lo stesso Bagnaia a farsi da parte, con questo che non comprometterebbe il futuro della Ducati.

Pol Espargarò lancia la bomba: “Perché non avere Martin e Marquez in Ducati?”

Dopo tanti anni in MotoGP, alla fine Pol Espargarò ha deciso di lasciare spazio ai giovani, visti anche i gravi infortuni che ne hanno condizionato il 2023 in GasGas. Non mancano però le affermazioni dello spagnolo, come quelle che sono state riportate da motosan.es, con l’iberico che ha le idee molto chiare per il futuro.

Pecco Bagnaia Ducati Pol Espargarò MotoGP Maquez Martin Mondiale 2025
Marc Marquez e Jorge Martin (Ansa – motomondiale.it)

Dal proprio punto di vista infatti non sarebbe nemmeno così assurdo e negativo pensare a una Ducati tutta spagnola, formata così da Martin e da Marquez. Una decisione che dunque avrebbe dell’incredibile, anche se si tratterebbe comunque di avere due piloti straordinari nello stesso Team, anche se questo vorrebbe dire escludere Bagnaia.

“Non sarebbe nemmeno male avere Martin e Marquez nella Ducati Factory. Pecco è un pilota che, oltre a essere talentuoso, è un diesel. Bisogna sempre essere fiduciosi sul fatto che Bagnaia sarà lì“. Espargarò dunque riconosce a Pecco un grande talento e una capacità anche di lettura della gara, ma sembra che tra le righe ci sia scritto che per quanto concerne la velocità è il duo spagnolo a dominare. Non ci sono possibilità per un addio di Bagnaia alla Ducati, ma dalla Spagna si punta moltissimo sui propri portacolori.

Impostazioni privacy