Moto3 GP Italia, Gara: Alonso vince ancora, bruttissimo incidente nelle retrovie

La Moto3 fa tappa al Mugello per il GP d’Italia, dove trionfa ancora David Alonso. Spavento per un crash nei primi giri.

Il mondiale di Moto3 è giunto al Gran Premio d’Italia, che si è tenuto al Mugello, dove il nome del vincitore è sempre lo stesso. Per un mostruoso David Alonso è arrivata la terza vittoria di fila, la quinta su sette appuntamenti stagionali, che sancisce la sua fuga definitiva in classifica. Lo spagnolo non ha passeggiato come si poteva credere, visto che Collin Veijer gli è arrivato nella scia, sfiorando il sorpasso sul traguardo. A completare il podio troviamo Ryusei Yamanaka.

Moto3 David Alonso vittoria Mugello incidente
Moto3 David Alonso in azione (ANSA) – Motomondiale.it

Il giapponese ha approfittato della caduta al Correntaio, nell’ultimo giro, di Ivan Ortolà, che è ripartito giungendo sesto. Solo 14esimo Daniel Holgado, per il quale la vetta del campionato di Moto3 ora è molto lontana. Terribile incidente tra Filippo Farioli e Xabi Surutuza, che si sono presi all’Arrabbiata 2 causando la bandiera rossa. Per fortuna i due stanno bene, anche se lo spagnolo è stato portato al centro medico per controlli medici.

Moto3, paura per il botto tra Farioli e Surutuza

Le qualifiche della Moto3 hanno visto David Alonso dettare legge, con un passo diverso rispetto agli altri che si era visto sin dalle libere e che si è poi concretizzato anche nel momento più importante. Al suo fianco scatta Ivan Ortolà, con José Antonio Rueda che completa la prima fila. Lo scatto di Alonso è perfetto e riesce subito ad allungare, mentre dietro di lui, tra contatti e schermaglie, i rivali perdono terreno.

A sorpresa, Ortolà sembra riuscire a tenere il passo del battistrada, che rischia anche di andare per le terre a causa di una violenta sbacchettata. Bruttissimo incidente all’Arrabbiata 2, che provoca una bandiera rossa. Il contatto vede protagonisti il nostro Filippo Farioli, che si alza subito, e Xabi Surutuza, che invece resta per terra. Anche quest’ultimo, dopo qualche minuto di apprensione, viene dichiarato cosciente.

Surutuza viene trasportato via in ambulanza, e condotto al centro medico. Alla ripartenza ancora uno spavento, con un contatto tra Stefano Nepa e Rueda, che volano fuori alla curva dell’Arrabbiata. Al secondo via è Taiyo Furusato che prende il comando, ma poi Collin Veijer risponde e si mette a comandare il GP d’Italia della Moto3.

Il gruppone di testa resta compatto, con Alonso che poi si riprende il comando andando a caccia dell’enensima vittoria, e negli ultimi 5 giri avvia la propria fuga. Veijer ci prova negli ultimi due giri, siglando anche il lap record al penultimo passaggio. Ortolà scivola all’ultimo giro perdendo il podio, mentre Alonso va a vincere ed andare in fuga nel mondiale. Prossimo appuntamento ad Assen il 30 di giugno.

Impostazioni privacy