Honda Africa Twin, il motore sembra uguale, ma cambia tutto: i segreti

Un nuovo gioiello di casa Honda aggiorna anche il motore, che è pronto per deliziare i fan. Scopriamolo nel dettaglio.

La Honda è il maggior produttore mondiale in termini di veicoli a due ruote, e vanta una gamma in grado di soddisfare anche il cliente più esigente. Dagli scooter alle supersportive, passando per le cross, la casa giapponese non delude mai. La nuova CRF1100 Africa Twin Adventure Sports è tra le maggiori novità in chiave 2024, ed è spinta dal motore bicilindrico parallelo frontemarcia da 1.084 cc di cilindrata.

Honda nuovo motore Africa Twin
Honda cambia tutto (Honda) – Motomondiale.it

Il rilancio della gloriosa maxi-enduro giapponese ha avuto un seguito importante sul mercato. Soprattutto perché arrivato a margine di un aggiornamento totale al propulsore di casa Honda. Il motore dell’Africa Twin MY2024 è stato rinnovato in gran parte, con gli ingegneri nipponici che hanno lavorato per migliorare la disponibilità di coppia ai bassi regimi ed a quelli medi. Non solo: hanno migliorato anche il rapporto di compressione è andato a crescere. Nelle prossime righe, andremo ad analizzare nel dettaglio tutti gli interventi che sono stati svolti.

Honda Africa Twin, il nuovo motore è un’opera d’arte

La Honda Africa Twin Adventure Sports in salsa 2024 si è rinnovata in gran parte delle sue componenti, ed il motore è senza dubbio uno degli aspetti che è cambiato maggiormente. L’alesaggio è pari a 92 mm, con una corsa di 92 mm ed una corsa di 81,5 mm. Il motore è alimentato da un’iniezione elettronica e corpi farfallati Ride by Wire, con 46 mm di diametro.

Honda Africa Twin Adventure Sports nuovo motore
Honda Africa Twin Adventure Sports in mostra (Honda) – Motomondiale.it

Secondo quanto emerso dai disegni CAD, si tratta di un motore dotato di una distribuzione a singolo albero a camme in testa e 4 valvole per cilindro, che vengono attivate tramite bilancieri a rullo. Il raffreddamento è a liquido, mentre il serbatoio dell’olio è all’interno del basamento. Quest’ultimo è stato suddiviso verticalmente.

Nuovi anche i pistoni, mentre le bielle sono state rinforzate, con un albero motore del tutto ridisegnato, e praticamente nuovo in ogni suo aspetto. Aggiornato il silenziatore, che ora risulta essere più leggero ed efficiente, uno degli aspetti sui quali i tecnici di casa Honda hanno lavorato con maggiore attenzione. Rimossa la valvola parzializzatrice, con la costruzione interna che è stata modificata.

Per quanto riguarda la potenza, non ci sono stati grandi cambiamenti, visto che è pari a 100,7 cavalli, contro i 100,3 del modello precedente. Aumenta la coppia, che da 104 passa a 115 Nm ed il suo picco viene raggiunto a 5.300 giri al minuto. Per quanto riguarda la potenza, invece, il picco lo si tocca a 7.500 giri al minuto, come in passato.

Impostazioni privacy