Ducati straccia la concorrenza, anche fuori dalla MotoGP: appassionati in delirio, la notizia è dolcissima

Ducati sta ottenendo risultati straordinari pure ald i fuori della MotoGP. Guardate che risultati incredibili.

Ducati sta vivendo un momento davvero da sogno. In MotoGP sta praticamente conquistando vittorie su vittorie, podi su podi, pole position su pole position e soprattutto mondiali su mondiali. Fuori dalla classe regina del motomondiale le cose non vanno tanto diversamente; pensiamo alla Sbk, in cui negli ultimi due anni Alvaro Bautista ha conquistato ben due successi iridati in rosso.

Ducati, non solo MotoGP: altro successo
Ducati, ennesimo successo (motomondiale.it – Pixabay)

E poi il mercato delle due ruote, dove il brand con sede a Borgo Panigale raggiunge risultati commerciali sempre più importanti e notevoli. Motomondiale e derivate di serie, però, non sono le uniche discipline che vedono primeggiare l’azienda italiana.

Anche al di fuori da queste realtà, infatti, Ducati sorprende e lascia a bocca aperta la qualunque. Come stiamo per vedere, ennesima news davvero speciale per tuti gli appassionati e i fan della scuderia in questione.

Ducati, non solo MotoGP: che trionfo per la rossa

Ducati, come abbiamo scritto in precedenza, sta ottenendo risultati straordinari sia in MotoGP che in Sbk. Ma non solo; in questo caso, un grande risultato è arrivato all’interno dell’enduro estremo, e in particolar modo nell’Erzbergrodeo (una delle competizioni più popolari). Una Ducati DesertX Rally è arrivata prima nella classifica dedicata alle bicilindriche, e tutto grazie alle prestazioni del pilota Antoine Meo. Appoggiati dal team Entrophy Motorbike, Meo e la sua Ducati si sono imposti alla grande nella categoria dedicata alle bicilindriche e all’interno del cosiddetto Iron Road Prolog.

Ducati, che trionfo al di fuori della MotoGP
Ducati DesertX Rally, che successo (motomondiale.it – Ducati)

Quest’ultimo è un evento necessario a oltre 1.000 piloti per qualificarsi alla manifestazione definitiva. Si spezza in due sessioni e si svolge così: attraverso una salita ultraveloce (oltre 600 metri di dislivello per 13,5 chilometri) si sfidano moto mono e bicilindriche. Nel corso del tempo è divenuta una delle corse più combattute ed entusiasmanti dell’intera disciplina. Si tratta di una straordinaria notizia, soprattutto considerando le ambizioni della Ducati.

Come ormai è noto, la casa costruttrice italiana punta a espandersi sempre più sotto il punto di vista agonistico e commerciale, puntano anche sul motociclismo off road. Questo successo, giunto all’interno di una speciale disciplina come l’enduro estremo, accende ancora di più i riflettori sui progetti dell’azienda italiana. Che certamente sta andando alla grande – dal punto di vista dei successi – in MotoGP e Sbk. Ma esplorare nuovi lidi non è mai un errore, specialmente se la volontà è quella di diventare un brand sempre più rilevante dal punto di vista internazionale.

Impostazioni privacy