Estrema, ma al 100% green: questa due ruote riscrive le regole del gioco, il prezzo è da urlo

C’è una due ruote che dopo alcuni anni dal suo debutto si rifà il look ed è davvero uno spettacolo. Anche nel prezzo.

Il 2023 è stato un anno decisamente difficile per il mondo delle due ruote. La produzione in Italia, dopo il boom della pandemia, ha fatto segnare cali tra il 30 e il 40% degli ordini. Ed è allarmante, perché in pratica è la prima volta da 50 anni che siamo al di sotto dei due milioni di pezzi prodotti. Per un Paese che ha fatto delle e-bike un suo momento di riscatto dopo il secondo conflitto mondiale, è qualcosa di storico.

Arriva una due ruote estrema e green
Un particolare della nuova bici (Cybro Industries) – motomondiale.it

Intanto però il mercato continua ad offrire novità sempre più interessanti, con le e-bike che cominciano a farla da padrona. Ed è qui che infatti opera un’azienda come la Cybro Industries, che proprio nelle scorse settimane ha lanciato il restyling di uno dei suoi modelli più innovativi e belli degli ultimi anni, il Cybro N.07.

Cybro N.07, una due ruote che stupisce

A un primo sguardo questo restyling di questo modello, presentato nel 2021, conquista subito. Le forme infatti sono di una bici futurista, che si vede punta non solo a uno stile ben riconoscibile ma anche a dare l’impressione di essere quanto di meglio si possa avere come tecnologia adottata su due ruote. E’ un modello realizzato con metodi artigianali con telaio in monoscocca di carbonio costruito a mano e che richiama al mondo offroad.

Una nuova due ruote firmata Cybro
Ecco la Cybro N.07 (Cybro Industries) – motomondiale.it

Spiccano soprattutto le robuste sospensioni a lunga escursione, oltre a una forcella Intend Infinity da 215 mm che rende questa bici decisamente facile da maneggiare e controllare in marcia. E che sa anche comportarsi egregiamente su tutti i tipi di terreno, grazie all’ammortizzatore Hover Black da 230 mm, sempre della casa Intend. Molto belli poi i cerchi Cybro Carbon da 27,5″ (volendo si possono avere anche quelli da 29″ per la ruota anteriore), oltre all’impianto frenante Magura MT7 composto da 4 pistoncini, pinza in alluminio forgiato, corpo portante in carbonio e dischi da 203/180 mm.

Particolare poi la scelta del cambio nel mozzo, un Rohloff con 14 rapporti interni abbinato alla trasmissioni in carbonio Gates. Mentre il cuore di questa bici è il motore Sachs RS, con batterie da 630 Wh e capace di erogare 112 Nm di coppia, un valore tra i più alti sul mercato, e che permette di raggiungere una velocità di 25 o 45 km/h a seconda della versione scelta. Il tutto a un prezzo competitivo per la categoria e per il tipo di bici: 12.500 euro.

Impostazioni privacy