Motomondiale logo

STK1000 gara 2: Sylvain Barrier vince in solitaria, La Marra out

Superstock 1000: Barrier esce vincente da Silverstone con una doppietta che gli vale l’allungo in classifica, Canepa in difficoltà, La Marra out in gara 2.


Sylvain Barrier Silverstone 2013

Sylvain Barrier (BMW Motorrad GoldBet STK) vince in solitaria una gara 2 di Superstock 1000 quasi fin troppo facile a Silverstone, nonostante la bagarre iniziale con Eddi La Marra (Barni Racing Team) che cerca di rimediare a suon di sportellate al taglio del francese questa mattina in gara 1.

Purtroppo per il pilota italiano la sua gara finisce anzitempo, quando dalla terza posizione, alla spalle del compagno di scuderia Niccolò Canepa, viene sbalzato in curva dalla sua moto, un brutto highside che vede Eddi uscire dolorante alla spalla, ma la caduta poteva avere conseguenze peggiori.

Troppo nervosismo forse per il pilota del team Barni, mentre molta freddezza per Barrier, il francese della scuderia BMW, che dopo aver accusato l’assalto ed essere finito in 5° posizione ha macinato terreno fino a riuscire a tornare in testa, sorprendendo prima Canepa e poi lo stesso La Marra.

Ducati che perde i colpi a fine gara ed infatti Canepa in un batter di ciglia perde due posizioni finendo 4°, e lasciando quindi il podio alle due Kawasaki del Team Pedercini con Leandro Mercado e Lorenzo Savadori.

La classifica della Superstock 1000 vede quindi Barrier allungare ancora di più in testa alla classifica con 145 punti grazie ai 50 punti della doppietta odierna, seguito da Canepa con 109, ed il gap ora si fa decisamente più ampio a favore del francese.

Esce invece dal podio virtuale Eddi La Marra che rimane fermo ad 85 punti scivolando al 5° posto, superato a quota 90 da Guarnoni e Mercado.

Silverstone – Superstock 1000 FIM Cup – Race 2

1. Sylvain Barrier (BMW Motorrad GoldBet STK) BMW S1000 RR HP4 21’29.139
2. Leandro Mercado (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 21’33.020
3. Lorenzo Savadori (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 21’34.928
4. Niccolò Canepa (Barni Racing Team) Ducati 1199 Panigale R 21’36.691
5. Alessandro Andreozzi (Pedercini Team) Kawasaki ZX-10R 21’38.921
6. Matthieu Lussiana (Team Aspi) Kawasaki ZX-10R 21’39.703
7. Ondrej Jezek (SK Energy – Fany Gastro) Ducati 1199 Panigale R 21’39.966
8. Romain Lanusse (Team MRS Kawasaki) Kawasaki ZX-10R 21’40.318
9. Christoffer Bergman (BWG Racing Kawasaki) Kawasaki ZX-10R 21’40.627
10. Christophe Ponsson (MRS Kawasaki) Kawasaki ZX-10R 21’48.178
11. Marco Bussolotti (Rider Promotion by T.Trasimeno) BMW S1000 RR 21’48.247
12. Greg Gildenhuys (BMW Motorrad GoldBet STK) BMW S1000 RR HP4 21’50.868
13. Eeki Kuparinen (Motomarket Racing) BMW S1000 RR 21’56.360
14. Fabio Massei (EAB Ten Kate Junior Team) Honda CBR1000RR 21’59.690
15. Randy Pagaud (Team OGP) Kawasaki ZX-10R 22’00.468
16. Simone Grotzkyj G. (Pedercini Racing Team) Kawasaki ZX-10R 22’00.715
17. Marc Moser (Triple M by Ducati Frankfurt) Ducati 1199 Panigale R 22’04.500
18. Sebastien Suchet (Team BSR) Honda CBR1000RR 22’04.806
19. Jonathan Crea (Team OGP) Kawasaki ZX-10R 22’17.008
RT. Alberto Butti (Team Goeleven) Kawasaki ZX-10R 20’28.099
RT. Filip Backlund (Team Goeleven) Kawasaki ZX-10R 15’16.055
RT. Jeremy Guarnoni (MRS Kawasaki) Kawasaki ZX-10R 9’14.120
RT. Eddi La Marra (Barni Racing Team) Ducati 1199 Panigale R 6’28.167
NS. Federico Dittadi (Pedercini Team) Kawasaki ZX-10R
NS. Jaroslav Cerny (SK Energy – Fany Gastro) Kawasaki ZX-10R