Motomondiale logo

Motomondiale: Cambiano i tempi di penalizzazione

Per garantire sicurezza e fermezza nelle regole, la Gran Prix Commission ha introdotto novità all’interno del regolamento, riguardanti le penalizzazioni.

MotoGP regolamento penalizzazione 2014

MotoGP regolamento penalizzazione 2014

Negli scorsi mesi, uno dei polveroni più importanti è stato quello derivato dalle penalizzazione dei piloti.

Abbiamo assistito a manovre più o meno permesse, qualche volta anche azzardate con poca prudenza. Gli appassionati si sono divisi nettamente in due categorie, a metà tra ritenere possibile ogni tipo di manovra, anche se aggressiva e tra il mantenere i nervi saldi e non giocare “sporco“.

Marc Marquez è stato considerato il pilota rappresentante delle polemiche, partendo dal sorpasso su Valentino Rossi, effettuato in maniera spinta, attraversando addirittura l’erba, al tocco ancora tutt’oggi indefinito su Jorge Lorenzo. Dopo gli azzardi in pista, è toccato al giro in più nella modalità flag-to-flag e a situazioni di sorpasso estreme, che hanno rischiato di mettere in pericolo i colleghi piloti.

Questi eventi hanno destato scalpore, fino a modificare la tempistica della penalizzazione sul patentino a punti. Decisione adottata dalla Grand Prix Commission, per aumentare il “rigore nelle regole” e per garantire maggiore sicurezza durante le gare. Allo scattare dei quattro punti si avrà una penalizzazione dalla griglia, a sette punti dai box e a dieci punti si salterà direttamente la gara successiva, esattamente come l’anno scorso. La novità, infatti, risiede nel tempo di durata, ovvero, i punti non saranno azzerati al termine della stagione, ma dureranno esattamente un anno.

Ed infine, se la gara verrà fermata prima di cinque giri si dovrà cominciare esattamente dalla griglia, sono consentiti due ripartenze per le categorie Moto3 e Moto2, mentre più volte a seconda dei casi per la classe regina!