Motomondiale logo

Superstock600, Jerez: Marco Faccani è campione europeo

Vince la gara e viene incoronato campione europeo Marco Faccani, salito sul podio insieme a Federico Caricasulo, secondo, e Gauthier Duwelz, terzo.


Marco-Faccani-Campione-Europa-Jerez

Con cinque vittorie all’attivo su sei gare disputate, Marco Faccani (San Carlo Team Italia) si proclama campione europeo della Superstock600, e, come se il titolo non bastasse, il pilota romagnolo decide di fare le cose in grande stile, ottenendo tra l’altro anche il gradino più alto del podio.

Nulla da fare per Federico Caricasulo (Evan Bros. Racing Team), giunto sul traguardo secondo, che ha provato sin da subito a stare con il vincitore della gara, con il quale si è dato alla fuga costruendo un notevole margine dal gruppo di inseguitori. Il compaesano del neo campione europeo può dirsi però soddisfatto della propria prestazione, essendo riuscito nell’impresa di restare per più di metà gara con il pilota di testa, perdendo da lui al termine della corsa due secondi e mezzo, ritardo quest’ultimo frutto anche di qualche errore di troppo da parte dello stesso Caricasulo. Terzo gradino del podio per Gauthier Duwelz (MVR Racing), estremamente teso prima del via della gara, ma in grado di gestire la corsa con la giusta lucidità, tanto da riuscire a mettere alle proprie spalle un Andrea Tucci (San Carlo Team Italia) estremamente in forma. Quinta piazza per Wayne Tessels (Wayne Racing Team) che, con una gara ancora da disputare, resta secondo in classifica iridata, mentre dietro di lui concludono la corsa Michael Ruben Rinaldi (G.A.S. Racing Team), autore di una delle sue migliori prestazioni, Richard Bodis (Talmacsi Racing), Ilya Mikhalchik (Team Go Eleven), Riccardo Caruso (Bike Service Racing) e Timothy Baken (MVR Racing). In prospettiva fine stagione 2014, ottengono preziosi punti anche Mathieu Marchal (Mouss Racing Team), Chrissy Rouse (Racedays Honda), Kevin Manfredi (Agro-On Wil Racedays), Eemeli Lahti (Kallio Racing) e Vincenzo Lagonigro (Team Trasimeno). Discreto piazzamento per Filippo Scalbi (Team Go Eleven), debuttante in questa categoria e giunto alla bandiera a scacchi in diciassettesima posizione, mentre il connazionale Alessandro Zaccone (Talmacsi Racing), dopo un’ottima prima parte di gara (disputata nel gruppo di testa), è costretto, a causa di una scivolata, alla rimonta, la quale si conclude con il raggiungimento della ventesima piazza.

Stessa sorte per Christopher Gobbi (VFT Racing) che chiude la gara ventunesimo, mentre Paolo Giacomini (VFT Racing), partito ultimo, conclude il gran premio di Jerez de la Frontera in ventitreesima piazza, a discapito di Giuseppe De Gruttola, giunto sul traguardo ultimo. Sono costretti al ritiro Luca Salvadori (Team 10 Lap Racing) e Stefano Casalotti (VFT Racing), il primo per motivi tecnici ed il secondo per una caduta avvenuta poco dopo il via, che ha coinvolto altri colleghi quali, Niki Tuuli (Kallio Racing), Julian Puffe (MTM Racing Team) e Guillaume Raymond (Team GARNIER by ASPI).