Motomondiale logo

MotoGP, test Valencia: seconda giornata segnata dalla pioggia

Seconda giornata di test disturbata dalla pioggia, nella quale a prendere il comando è stato l’italiano Danilo Petrucci in sella alla Ducati Pramac.


Danilo-Petrucci-Test-MotoGP-Day2

Il lavoro dei team della MotoGP e dei loro rispettivi piloti viene quest’oggi interrotto e disturbato dall’incombenza del meteo e della pioggia, scesa sulla pista di Valencia in maniera più copiosa rispetto a quanto accaduto domenica durante la gara della classe regina.

Seppur i tempi e le prestazioni fatti segnare oggi siano da prendere con le pinze, continua ad essere più che positivo il comportamento della Ducati sul bagnato. Il crono di riferimento infatti è quello di Danilo Petrucci (Pramac Racing), più rapido di oltre un secondo del pilota a seguire, ovvero Nicky Hayden (Drive M7 Aspar), ed incappato in un’innocua scivolata. Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) compie tredici giri e si posiziona terzo, alle spalle dell’americano ma davanti a Yonny Hernandez (Energy T.I. Pramac Racing), team mate del leader di giornata, e ad Alvaro Bautista (Factory Aprilia Gresini), alle prese con la fase di adattamento alla sua nuova compagna di viaggio. Lo stesso discorso vale per Marco Melandri (Factory Racing Gresini), che, seppur abituato al comportamento dell’Aprilia, dovrà ora tornare a fare i conti con una MotoGP, dopo una fase della sua carriera vissuta tra le derivate di serie. Il ravennate è sesto e dà le spalle a Scott Redding (Team Estrella Galicia Marc VDS), il quale potrà fare affidamento su una moto factory per il prossimo anno, a Marc Marquez (Repsol Honda Team), autore di diciassette giri, e alle new entry, giunte direttamente dal mondiale Superbike, Loris Baz (NGM Forward Racing MotoGP) e Eugene Laverty (Drive M7 Aspar), rispettivamente nono e decimo.

Alle 15.30 circa anche Dani Pedrosa (Repsol Honda Team) sembra avere intenzione di fare un tentativo, ma in realtà si rivela essere solo un giro di rodaggio che lo riconduce direttamente all’interno dei box. Scarso il movimento che oggi gli addetti ai lavori hanno potuto notare in pit-lane, pochi i giri compiuti dai protagonisti della MotoGP, i quali avranno però a disposizione anche la giornata di domani, nella quale il meteo, secondo previsioni, dovrebbe essere più clemente.