Motomondiale logo

Supersport, Thailandia: Kyle Smith apre il weekend in testa

La prima giornata dell’inedito GP thailandese si conclude con Kyle Smith in testa, ad anticipare Patrick Jacobsen e Kenan Sofuoglu, secondo e terzo.


Kyle-Smith-FP-Thailandia

E’ il britannico Kyle Smith (PATA Honda World Supersport Team) ad avere la meglio su tutti nella prima giornata dell’inedito Gran Premio thailandese, le cui sessioni di prove libere sono state dilungate (75 minuti) per permettere innanzitutto ai piloti di memorizzare il tracciato.

Il crono di riferimento di quest’oggi è dunque 1’38.490, mentre lo statunitense Patrick Jacobsen (Kawasaki Intermoto Ponyexpres) si ferma ad un decimo di distanza, ottenendo così la seconda piazza e mettendo alle proprie spalle il veterano di categoria Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing), terzo. Giù dal podio virtuale troviamo l’attuale leader di classifica Jules Cluzel (MV Agusta Reparto Corse), attardato di tre decimi rispetto alla pole position momentanea, ma comunque davanti al padrone di casa Ratthapark Wilairot (CORE” Motorsport Thailand), il quale, con la sua attuale quinta piazza, riesce a mettere i propri tubi di scarico davanti a quelli di Gino Rea (CIA Landlords Insurance Honda), sesto. Il campione francese di categoria Lucas Mahias (Kawasaki Intermoto Ponyexpres) sale in classifica sino alla settima piazza, mentre alle sue spalle troviamo Lorenzo Zanetti (MV Agusta Reparto Corse) ed il colombiano Martín Cardenas (CIA Landlords Insurance Honda). La top ten è poi completata dal campione europeo della Superstock600 in carica Marco Faccani (San Carlo Puccetti Racing), alle prese con una fase di adattamento al nuovo campionato, che lo vede impegnato nella sua seconda uscita stagionale. Tris di italiani a seguire, con Riccardo Russo (CIA Landlords Insurance Honda) ad anticipare Alex Baldolini (Race Department ATK#25) e Roberto Rolfo (Team Lorini), i quali portano il distacco dal tempo di riferimento ad un secondo e due decimi.

Se fosse già giornata di gare, conquisterebbero qualche prezioso punto iridato anche Dominic Schmitter (Team Go Eleven) e Decha Kraisart (Yamaha Thailand Racing Team), pilota di casa e per la prima volta wild card nel mondiale. Tra gli altri italiani più attardati, troviamo Fabio Menghi (VFT Racing) in diciassettesima posizione, Alessandro Nocco (Team Lorini), diciottesimo, e Christian Gamarino (Team Go Eleven), ventunesimo.