Motomondiale logo

SBK, svelate le Ducati Panigale R di Davide Giugliano e Chaz Davies

Svelate le Ducati Panigale R che saranno portate in pista da Chaz Davies e Davide Giugliano in SBK, e da Xavi Fores e Michael Rinaldi in Stock1000.


Presentazione - Ducati Aruba SBK

Svelate quest’oggi ad Arezzo le Ducati Panigale R del Team Aruba.it Racing con cui scenderanno in pista Davide Giugliano e Chaz Davies in Superbike, e Xavi Fores e Michael Rinaldi in Superstock1000.

Se la carenatura ricorda molto quella dello scorso anno, dal punto di vista tecnico lo sviluppo ha coinvolto diverse aree tecniche:

La base è quella dell’anno scorso” – ha spiegato Ernesto Marinelli, responsabile del progetto SBK – “però abbiamo fatto sviluppi su quattro aree: la forcella, la parte elettronica, lo scarico ed il motore. Siamo riusciti ad ottenere regimi più alti ed useremo una nuova rapportatura del cambio.”

Così Gigi Dall’Igna spiega quali sono gli obiettivi principali per la stagione 2016:

Dal punto di vista del team, lo abbiamo migliorato ancora, aggiungendo un ingegnere che viene dalla MotoGP. Per quanto riguarda Giugliano, avrà in squadra due persone con grande esperienza in SBK (tra le quali l’ingegnere Aligi Deganello, ndr). Per il 2016 abbiamo un obiettivo: vincere il campionato del mondo. Sarà difficile ma credo che abbiamo le carte in regola per farlo, il titolo è l’unica ciliegina che conta sulla torta che abbiamo davanti.”

Dello stesso parere sembrano essere i due alfieri Ducati Chaz Davies, neo ventinovenne, e Davide Giugliano, che torna in pista dopo i due importanti infortuni subiti nel corso del 2015.

Davies: “La vittoria sulla Panigale significava tutto e la volevo più di ogni altra cosa. Con tutti i ragazzi di Ducati e del team abbiamo portato la moto al top ed è stato molto importante per me e per tutti. Da metà stagione abbiamo trovato un buon setup di base e la Panigale era veramente divertente da guidare e migliorava ad ogni gara. Sono felice di dire che le evoluzioni 2016 che ho provato nei test sono andate nella giusta direzione, credo che abbiamo fatto il passo giusto per permetterci di lottare per la vittoria.”

Giugliano: “Nei rapporti di coppia così passionali ogni tanto qualcosa va storto, lo scorso anno è passato ed ora abbiamo il 2016 davanti. Si riparte da una moto cambiata e da una squadra totalmente diversa con l’arrivo di Aligi Deganello e Paolo Biasio. Ci siamo conosciuti in tre test, sono riusciti a tenermi calmo, e, lavorando insieme, siamo riusciti ad arrivare veloci come i miei avversari. È stato un inverno diverso… Arrivando da due infortuni gravi, da una parte c’era la consapevolezza di avere un team ed una moto al top, ma io devo ricominciare da capo sia fisicamente che mentalmente. Ci sono riuscito allenandomi molto e non vedo l’ora di andare a Phillip Island.”

https://twitter.com/giovanniDiPillo/status/697377216179662848