Motomondiale logo

MotoGP, Brno: prende il via il Gran Premio della Repubblica Ceca

La MotoGP arriva in Repubblica Ceca, dove si svolgerà l’undicesimo round stagionale; i piloti hanno dato il via al weekend con la conferenza stampa.

Conferenza-stampa-Brno

A pochi giorni di distanza dal trionfo di Ducati in Austria, è già ora di tornare in pista per il Gran Premio della Repubblica Ceca. Oggi abbiamo avuto le prime dichiarazioni dei protagonisti della classe regina in conferenza stampa. Tra gli altri temi, è stato trattato il da poco annunciato passaggio/ritorno di Álvaro Bautista al Team Aspar per la prossima stagione.

Marc Marquez: “La spalla non è ancora al 100% ma non sarà un problema per questo weekend. Questo di Brno per noi è un circuito migliore rispetto a quello austriaco, dove abbiamo sofferto maggiormente (così come accade a Le Mans) e non abbiamo potuto lottare per il podio, ma adesso siamo in Repubblica Ceca e speriamo vada meglio. Per quanto riguarda la mia condizione fisica, stiamo lavorando bene con i fisioterapisti e non dovrebbe esserci bisogno di un intervento, almeno per il momento. Una volta a casa, cercheremo di risolvere del tutto il problema. In Austria abbiamo ottenuto un buon quinto posto, abbiamo perso solo 5 punti da Lorenzo e 2 da Rossi, sarebbe potuta andare peggio. Se qui non sarà possibile vincere, dovremo comunque cercare di ottenere il massimo numero di punti possibile. Dal 2013 qui mi sono sempre sentito bene, anche l’anno scorso quando Lorenzo era davvero veloce e, nonostante i nostri problemi, non siamo arrivati così lontani.”

Jorge Lorenzo: “Un risultato importante per noi in Austria, anche perché tre gare senza buoni risultati sono molte. Ne avevo bisogno per sentirmi di nuovo forte, non avevo dubbi che sarei tornato competitivo, ma questo risultato dà fiducia. Questo è un tracciato teoricamente e storicamente favorevole a Yamaha, con molti cambi di direzione, devi essere preciso e lineare, quindi lo sento vicino anche al mio stile di guida. Vedremo se teoria e pratica daranno lo stesso responso e se riusciremo a recuperare punti in classifica. In MotoGP con moto così pesanti ci si può fare male molto facilmente, quindi bisogna stare attenti, inoltre le gomme influenzano molto ogni gara: una volta puoi dominare e l’altra puoi essere quinto, soprattutto ora che le Ducati sono molto competitive. Sarà interessante vedere l’andamento delle prossime gare. “

Valentino Rossi: “Sembra che quest’anno accada il contrario rispetto allo scorso anno, andiamo bene in qualifica e abbiamo problemi in gara. Siamo stati costanti e non abbiamo accusato troppo ritardo dalle Ducati, non sono riuscito a salire sul podio perché Lorenzo era più forte di me e non abbiamo avuto modo di lottare per la top 3. Sulla carta questo di Brno è un tracciato favorevole per noi, ma non sappiamo come andranno le cose con le Michelin, quindi è un po’ come ripartire da zero. Dobbiamo capire quale sarà il livello delle Ducati, che potrebbero essere competitive qui, in una pista veloce ma con molte curve. Poi ci sono da prendere in considerazione Marquez e Pedrosa, che qui è sempre molto forte. Mi piace molto questo tracciato, qui ho ottenuto la mia prima vittoria ma negli scorsi anni non siamo mai stati al top, il nostro obiettivo per questo weekend sarà lottare con i top rider.”

Andrea Iannone: “Lo scorso weekend per noi è stato incredibile, per me e Ducati. Tornare alla vittoria dopo 6 anni è stato fantastico. Ora dobbiamo mantenere la concentrazione sulla seconda parte della stagione. I nostri rivali sono molto forti ma voglio concludere la mia esperienza in Ducati nel miglior modo possibile. Non so se qui sarò in grado di ripetere le ottime gare mostrate in Moto2, la pista mi piace e la Ducati si trova abbastanza bene qui. Siamo chiaramente forti in accelerazione ma sarà importante anche la percorrenza di curva. In passato Yamaha e Honda hanno ottenuto ottimi risultati qui, noi cercheremo di fare del nostro meglio. Domenica scorsa non vi è stata alcuna festa, perché la gara successiva era davvero vicina, mi sono semplicemente rilassato a casa con alcuni amici.”

Scott Redding: “La prima parte della stagione è stata difficile, non tanto per i risultati che non sono poi così differenti da quelli attuali, ci aggiriamo tra la top 10 e/o top 8, quanto per la sfortuna. Nelle ultime gare non siamo andati affatto male. Il mio target resta rientrare nelle prime otto posizioni, dobbiamo essere realistici. Sono contento del lavoro svolto da me e dai meccanici. Mi piace Brno, anche se non ho mai raggiunto il podio qui, è un tracciato abbastanza tecnico e fisico, ed in 125cc e Moto2 non è stato semplice affrontare questa pista con le mie caratteristiche fisiche, ma in MotoGP, con più potenza ed una moto che mi dà un buon feeling, spero di ottenere un buon risultato questo weekend. Successivamente andremo a Silverstone, davanti al pubblico di casa e dove non si può mai essere certi del meteo.”

Álvaro Bautista: “L’anno prossimo sarò ancora in MotoGP e ciò mi rende molto felice. Tornerò nel Team Aspar col quale ho ottenuto ottimi risultati in passato. Queste due stagioni in Aprilia abbiamo lavorato molto, anche se non sono arrivati ottimi risultati, nelle ultime gare siamo stati vicini alla top 10 in gara, ma c’è ancora molto lavoro da svolgere. Stiamo sviluppando la moto gara dopo gara, stiamo dando il 100% e speriamo di fare altri passi in avanti da qui a fine stagione. In questa pista ho vinto in 125cc e lottato per la vittoria in 250cc. Ci sono molti cambi di direzione, non puoi commettere errori alla prima curva, altrimenti pregiudichi anche la seconda, insomma è una pista divertente ma anche molto tecnica.”