Motomondiale logo

SBK, Phillip Island gara2: doppietta di Rea, Davies e Melandri a podio

La seconda manche del Gran Premio d’Australia regala un’impressionante doppietta a Jonathan Rea; Davies manca la vittoria per pochi millesimi, Melandri a podio.

Gara2-Phillip-Island-SBK

Nella prima mattinata italiana si è svolta la seconda manche della Superbike del Gran Premio d’AustraliaJonathan Rea (Kawasaki Racing Team), dopo aver dato il via alla corsa dalla nona casella (così come da nuovo regolamento), guadagna altri 25 punti iridati in una gara al cardiopalma decisa al fotofinish. Quella di oggi è per lui la 40esima vittoria.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati), rispetto alla prima gara, si avvicina ulteriormente al gradino più alto del podio ma lo manca per soli 25 millesimi. Terza posizione per Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati), rifattosi dalla delusione accusata in Gara1. Il numero 33, dopo aver rimontato dalla decima casella della griglia, è della partita quasi sino alla fine salvo perdere un po’ di contatto dai primi due nel corso dell’ultimo giro. Altro quarto piazzamento per Alex Lowes (Pata Yamaha Official WSBK Team) e la sua R1. Xavi Forés (Barni Racing Team) sfrutta bene la prima fila dalla quale scattava e disputa una buona seconda manche conclusasi per lui con la quinta posizione, andando così a migliorare la performance di ieri. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) fatica a tenere il passo dei piloti più rapidi e ferma la sua rimonta in sesta piazza. L’altro alfiere Yamaha, Michael van der Mark, è settimo e dà le spalle a Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) e Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia), il quale completa la top 10 insieme al proprio compagno di squadra Eugene Laverty.

Vanno a punti anche Alex De Angelis (Pedercini Racing SC-Project), Joshua Brookes (ERMotorsport-EliteRoads.com.au), Markus Reiterberger (Althea BMW Racing Project), Roman Ramos (Team Kawasaki Go Eleven) e Stefan Bradl (Red Bull Honda WSBK Team).  Si ritirano invece Nicky Hayden (Red Bull Honda WSBK Team), Ayrton Badovini (Grillini Racing Team), Riccardo Russo (Guandalini Racing) e Jordi Torres (Althea BMW Racing Team). Quest’ultimo accusa un problema elettronico durante il giro di ricognizione.