Qualifiche MotoGP: Rossi fuori dalle Q2, Marquez pole, Dovi 2°

Le qualifiche della MotoGP sul Red Bull Ring in terra d’Austria segnano un altro bollino rosso sulla Yamaha che vede i suoi piloti precipitare a metà schieramento dopo le qualifiche odierne.

Il più nero di tutti è ovviamente Valentino Rossi, mai così in basso con la Yamaha dal 2007 ad oggi, il Dottore con il 12° tempo nelle FP4 è costretto a giocarsi l’accesso alle qualifiche disputando le Q1 che lo vedono però terminare con il 4° posto, e quindi rimanere fuori dai giochi che contano.

La 5° fila di Rossi fa il paio con la 4ª fila di Maverick Viñales, anche lui rimasto ingabbiato dalle problematiche tecniche della Yamaha, a causa della nuova centralina.

Rossi: “È la peggior crisi da quando sono tornato nel 2013, è frustrante. La moto era vincente fino al giugno 2017 poi abbiamo fatto una brusca frenata. Il problema è l’elettronica, quando avevamo la nostra tutto andava bene poi, da quando abbiamo iniziato ad usare la centralina unica Magneti Marelli, sono iniziati i problemi. Abbiamo varie volte esposto i problemi ma nulla è cambiato, solo piccole cose per nulla risolutive. Vanno bene le scuse ma ci piacerebbe che si trovino delle soluzioni. Se ci fosse la volontà si farebbe, il problema è chiaro. Come detto lo sto esponendo da tempo, bisogna vedere se poi mi credono”.

Nei piani alti invece chi sorride è il leader del campionato Marc Marquez, che posiziona la sua Honda davanti ad Andrea Dovizioso per soli 2 millesimi di secondo, conclude la prima fila l’altro ducatista Jorge Lorenzo, con 0,133 dal poleman. Continua quindi il periodo positivo per la rossa, che continua a mettere i suoi piloti nei piani alti della MotoGP.

La seconda fila è aperta da un altro pilota italiano, Danilo Petrucci (Alma Pramac Racing), anche lui motorizzato Ducati, in compagnia di Cal Crutchlow (LCR Honda) e Johann Zarco, sulla prima Yamaha (Monster Tech 3) dello schieramento.

Chiudono la Top10 Rabat (Ducati), Iannone (Suzuki), Pedrosa (Honda) e Rins (Suzuki), mentre la prima Yamaha ufficiale è quella di Viñales all’11° posto.

Impostazioni privacy