F1, Alonso mette Schumacher nel mirino: può eguagliarlo in una particolare classifica

Fernando Alonso ha ammesso di poter valutare un futuro lontano dal circus. Potrebbe raggiungere una leggenda come Michael Schumacher se dovesse continuare a correre in F1.

Fernando Alonso, nel 2023, ha dimostrato di essere una assoluta leggenda al volante dell’Aston Martin. Nessuno poteva immaginarlo protagonista per il podio in così tante tappe del calendario. Ha deciso di rimanere nel team inglese, rispettando il suo contratto ma ha già compreso che non potrà lottare per posizioni di vertice sull’attuale vettura.

F1, Alonso mette Schumacher nel mirino
F1, Alonso punta ad un record di Schumacher (Ansa) motomondiale.it

L’Aston Martin si trova in una condizione tale che è distante dai top team, ma con un netto vantaggio rispetto alle squadre di seconda fascia. Nella terra di nessuno Alonso ha debuttato nel 2024 con una nona posizione in Bahrain. Un risultato non in linea con le aspettative del boss Lawrence Stroll che sperava di poter lottare per il Mondiale. E’ un vero peccato che i fan delle nuove gen non abbiano potuto apprezzare il talento di Alonso al 100%.

Si tratta di uno dei campioni più forti che il Motorsport abbia avuto nel corso della sua storia. E’ stato in grado di detronizzare un fenomeno come Michael Schumacher, nel 2005, legittimando il successo nell’annata successiva. Quella stagione fu una delle migliori della carriera del Kaiser, che dopo un inizio da incubo entrò in forma e cominciò una rimonta sensazionale, per poi doversi arrendere per via del motore scoppiato in Giappone e della foratura in Brasile.

Alonso sembrava essere il driver più fortunato del mondo. Era il più giovane vincitore di un campionato del mondo della storia della F1 e quando si ritirò Schumacher, per tutti coloro che avevano una conoscenza del mondo delle corse, era palese che avrebbe demolito tutti i record della categoria. Fernando ci mise del suo per vincere con la Renault, mettendo in riga il 7 volte iridato tedesco. Non si aspettava, di certo, di ritrovare in McLaren, nel 2007, quel fenomeno di Lewis Hamilton che ha agganciato a quota 7 titoli il Barone Rosso.

F1, Alonso punta ad un record di Schumacher

Sarebbe entusiasmante vedere Alonso, nel prosieguo della sua carriera, al volante di una monoposto competitiva. Di fatto ha lavorato in Ferrari, Alpine e McLaren, ma non ha più avuto una monoposto all’altezza del suo talento ed è rimasto a quota 2 titoli. Da quando è tornato in pista lo spagnolo Max Verstappen ha cominciato a dominare in lungo e in largo. L’erede del Kaiser sembra essere diventato l’asso della Red Bull Racing.

Fernando Alonso ha ammesso di poter valutare un futuro lontano dal circus
Michael Schumacher vs Fernando Alonso

Fernando Alonso e Michael Schumacher sono due dei più grandi campioni che la F1 abbia mai avuto, e questo è palese. Lo dicono anche i numeri sulla longevità dello spagnolo. Il classe 1981 compirà 43 anni il prossimo 29 luglio.

Michael Schumacher ha corso, praticamente, due decadi, ma avrebbe bisogno di fare altri 2 anni di F1 per agguantare Schumacher nella classifica dei più vecchi che hanno fatto punti nel circus. Il tedesco del 1969, infatti, ha segnato gli ultimi punticini della sua splendida carriera, nel Gran Premio del Brasile 2012, corso domenica 25 novembre 2012 a 43 anni, 10 mesi e 22 giorni.

Il tedesco aveva segnato i suoi primi punti nel 1991, a Monza, con un quinto posto al volante della Benetton. Il pilota tedesco andò subito a punti, chiudendo al quinto posto oltreché davanti al suo compagno di squadra, Nelson Piquet.

Fernando ha segnato i suoi primi punti in F1 con Renault R23 in Australia nel 2003 e, con la nona piazza in Bahrain 2024, si è avvicinato, con i suoi 42 anni, 7 mesi e 2 giorni, al Kaiser.  Al primo posto di questa classifica c’è Philippe Jean Armand Etancelin con 53 anni, 8 mesi e 6 giorni.

Impostazioni privacy