MotoGP come la Formula 1: per Marquez e gli altri presto saranno dolori

Marc Marquez è il pilota più atteso in questo 2024, ma c’è chi predica calma e prudenza ai piloti della MotoGP per il prossimo futuro.

Dopo tanti mesi è giunto finalmente il momento di ammirare un leggendario otto volte campione del mondo come Marc Marquez a bordo della Ducati del Team Gresini. L’addio alla Honda ha fatto molto discutere e nessuno se lo sarebbe davvero mai aspettato, ma alla fine lo spagnolo vuole solo tornare a vincere.

Pol Espargarò Ducati Marquez F1 MotoGP Mondiale 2024
Marc Marquez, attenzione alla F1 (Ansa – motomondiale.it)

Non sarà di certo semplice per lui, considerando infatti come dovrà ambientarsi in un nuovo Team e con una nuova moto, con la Ducati che è nettamente diversa rispetto alla Honda. Siamo di fronte inoltre a un pilota che dovrà cercare di lottare per il Mondiale, pur guidando una moto vecchia.

La Gresini infatti userà la moto del 2023, che ha sì portato al titolo Bagnaia e Martin a lottare per il titolo, ma che indubbiamente non presenterà i grandi aggiornamenti della nuova versione. La Ducati sa però di avere in Marquez un uomo che non è venuto solo per aiutare gli altri a vincere, ma sarà uno dei principali protagonisti della stagione corrente.

C’è chi però lo vuole mettere in guardia, non solo perché si dovrà mettere in mostra con una moto che non conosce e con un Team satellite, ma anche perché ormai ci possono essere delle caratteristiche sempre più simili alla F1. Una leggenda come Casey Stoner ha più volte evidenziato il problema di un eccesso di elettronica e di aerodinamica nelle moto odierne, ma c’è un altro pilota che sottolinea un problema per Marquez.

Espargarò evidenzia i problemi:” Sono seriamente preoccupato”

Dopo tanti anni in MotoGP, in questa stagione non partirà ai nastri di partenza come pilota ufficiale Pol Espargarò, con lo spagnolo che ha lasciato il posto all’astro nascente del motociclismo: Pedro Acosta. Espargarò ha avuto modo in passato anche di poter collaborare con Marquez durante gli anni in Honda e i due si conoscono dunque molto bene.

Pol Espargarò Ducati Marquez F1 MotoGP Mondiale 2024
Pol Espargarò (Ansa – motomondiale.it)

Pol però è convinto che questa stagione possa riproporre una situazione che in questi ultimi anni stiamo vedendo in F1. Se il dominio della Ducati è già paragonabile a quello della Red Bull, lo stesso non si poteva dire con il confronto tra Bagnaia e Verstappen, ma a quanto pare c’è un dato che potrebbe cambiare le carte in tavola.

“Io sono seriamente preoccupato. Infatti se diamo uno sguardo ai dati passati, possiamo notare come Bagnaia non sia mai stato uno che si metteva davanti nei test. Essere stati così veloci come ha fatto quest’anno mi fa tremare e penso che saranno dolori per gli avversari”. Espargarò ha parlato così, come riporta mowmag.com, per quanto riguarda il prossimo anno.

Lo spagnolo dunque sottolinea come Bagnaia potrebbe aver compiuto quell’ulteriore passo in più che lo porterebbe così da campione a fenomeno. Se così dovesse essere allora si rischierebbe di tornare agli anni in cui era proprio lo stesso Marquez a demolire gli avversari in pista con la sua Honda. La Ducati si augura che Espargarò abbia ragione, con Pecco che entrerebbe ancora di più nel mito grazie al terzo successo di fila.

Impostazioni privacy