Bere alcool e andare in moto: è davvero possibile farlo? Attenzione alle stangate

Guidare e bere? Un binomio da evitare ma ci sono dei limiti da non superare: vediamo quali sono quando si inforca una motocicletta.

Guidare sotto effetto di alcool è una delle peggiori idee che un automobilista o motociclista possa avere se consideriamo che la maggior parte degli incidenti stradali sono causati da questo tipo di condotta, oltre che dalla distrazione: se poi aggiungiamo all’elenco dei rischi le pesantissime multe e il rischio che la vostra patente venga ritirata, il quadro è completo, non ne vale davvero la pena!

Limite per alcool moto
Alcool e moto, un binomio da evitare. (Canva) – Motomondiale.it

Ora, il fatto che non si possa guidare ubriachi è fuori discussione. Ma un pilota esperto può farsi una o due birre, una quantità di alcool comunque non sufficiente per metterlo KO e guidare senza rischiare una sanzione? A questa domanda, si può rispondere consultando le apposite informazioni diffuse dal Governo con una tabella che contiene tutti i limiti per centauri – ed automobilisti – che vanno rispettati.

Infatti, se da un lato è giustissimo sanzionare le persone che abusano di questa sostanza e si mettono alla guida rischiando di causare una tragedia, è anche vero che non sarebbe giusto vedersi stracciare la patente per un aperitivo. Vediamo dunque quali sono i limiti per il tasso alcolemico alla guida di una due ruote e come misurarlo senza rischiare una sanzione pesantissima.

Tasso alcolemico, quanto posso bere?

Anzitutto, definiamo il tasso alcolemico. Si tratta ovviamente della quantità di alcool nel sangue di un guidatore, definita come la quantità di alcool etilico nel sangue e misurabile con un etilometro come quelli usati dalle Forze dell’Ordine in grammi per litro o milligrammi per decilitro. Questa misurazione può essere effettuata anche in autonomia con un etilometro tascabile.

Motociclista alcool regole severe
Guidare dopo una birra è possibile o no? (Canva) – Motomondiale.it

Il massimo del tasso alcolemico tollerabile per un guidatore – non neopatentato chiaramente – è di 0,5 grammi per litro, il che significa che anche una singola birra potrebbe crearvi problemi al test in questione. Infatti, una birra a stomaco vuoto su un uomo adulto di 70 chilogrammi alza il tasso alcolemico a 0,28 grammi per litro: già con due potreste prendere una multa!

Potreste pensare di bere un bicchiere di vino. In questo caso, a stomaco vuoto, il tasso alcolemico si alza di 0,28 grammi per litro mentre con un superalcolico in media di 0,29. La soluzione è bere a stomaco pieno – dopo mangiato il tasso alcolemico sale notevolmente di meno – o meglio ancora aspettare prima di mettersi alla guida consentendo all’organismo di smaltire in una o due ore quanto bevuto. O meglio ancora, non bere affatto se si deve guidare.

Impostazioni privacy