Moto retrò in pieno stile, questa scrambler sembra ripescata dal passato: i puristi la amano

Vi sono oggetti su due ruote che diventano, immediatamente, da collezione. Rimarrete a bocca aperta per un progetto di scrambler retrò.

E se il futuro delle due ruote fosse nel passato? In un mondo che viaggia a grandi passi verso la tecnologia elettrica c’è chi non vuole rinunciare alla possibilità di vivere emozioni su scrambler che sembrano uscite degli anni ’70. Le caratteristiche soprattutto stradali di queste moto si sposano con cavalcate off-road di lieve difficoltà. Il concetto di moto all terrain continua a spopolare in Usa e in Gran Bretagna.

Moto retrò in pieno stile, questa scrambler è da paura
Arriva una nuova Scrambler (Media Press) Motomondiale.it

In Italia in molti hanno scelto le scrambler per una questione di stile, ma di base rappresentano delle moto universali atte a sporcarsi nel fango. Il termine “scrambler” deriva dal verbo inglese “to scramble” che significa mischiare. Alle nostri latitudini, sulla scorta del successo ottenuto negli anni 70 in America, tantissimi marchi hanno cavalcato l’hype e continuano a produrre questo genere di moto, tra cui la Ducati. Date una occhiata all’ultimo modello della Moto Guzzi. 

Gli specialisti della Janus Motorcycles hanno deciso di lanciare un prototipo di pre-produzione del loro prossimo modello Gryffin 450, che verrà lanciato il prossimo luglio. Si tratta di una azienda che realizza una gamma di 250 e 450 ispirate all’aspetto delle motociclette a combustione dell’inizio del XX secolo. Una idea vincente perché ripropone, fedelmente, lo stile dell’epoca con motori, filtri, freni, carburatori e sospensioni di nuova generazione. Le moto sono costruite con la forcella anteriore del collegamento principale e altro ancora.

Saranno vendute anche in Europa e nel Regno Unito. La 450 dispone di un motore monocilindrico a quattro tempi da 445 cc raffreddato ad aria/olio di derivazione SWM, completo di avviamento elettrico e uno scarico a doppia uscita che corre lungo il fianco sinistro della motocicletta. È a iniezione di carburante e sprigiona una potenza dichiarata di 29,6 CV a 7.500 giri/min, rendendola agile e in grado di raggiungere una velocitò di 145 km/h.

Le caratteristiche della nuova Scrambler

La Janus Gryffin 450 presenta un grande cerchio a raggi anteriore da 21 pollici e uno posteriore da 17 pollici, dotato di pneumatici tassellati e stretti. Con un forcellone pronto ad un fuoristrada leggero con poco meno di 140 mm di escursione delle sospensioni su entrambe le estremità e un peso a secco di 149,7 kg promette di fare faville. La moto è impreziosita anche da un paramotore alla base del motore SOHC, oltre a un’altezza della sella di 812,8 mm.

Janus Gryffin 450
Le caratteristiche della nuova Scrambler (Media Press) Motomondiale.it

Con ammortizzatori a spirale garantisce un ottimo confort di marcia. Risulta stabile e anche la frenata è molto sicura a firma Brembo. Dovrebbe arrivare in Europa a un prezzo intorno ai 12mila euro. Si tratta di una moto realizzata a mano e la qualità si paga. La maggior parte degli elementi tecnici sono realizzati internamente o da artigiani locali, molti dei quali fanno parte della comunità Amish.

Sul proprio canale YouTube, Janus sta lanciando diversi video come quello in alto in cui spiccano le caratteristiche retrò delle moto. I nostalgici del vecchio stile avranno, certamente, apprezzato il progetto. Il successo commerciale dipenderà anche da fattori slegati dalla passione di una nicchia di appassionati. Se la direzione è quella dell’elettrico determinate moto rappresenteranno una goccia in un oceano. Proprio per questo hanno un fascino inimitabile.

Impostazioni privacy