Tornano in concessionario? Queste moto hanno fatto la storia, sono le più attese dai centauri

Oggi vi parliamo di alcune moto che i fan sognano di rivedere presto, dopo il gran successo ottenuto. Eccole nel dettaglio.

I nostalgici sono molto amanti di quelle che sono le moto di vecchia generazione, ed il loro sogno è quello di rivederle sul mercato, magari anche riviste in chiave moderna. Ebbene, sul sito web “Dueruote.it“, è stato fatto un elenco di alcuni tra i modelli ricordati con maggior piacere, che i costruttori potrebbero pensare di reintrodurre in un futuro non troppo lontano.

Tornano in concessionario? Queste moto hanno fatto la storia, sono le più attese dai centauri
Concessionario moto – Motomondiale.it

Ad esempio, si parla della KTM 640 Adventure, un vero e proprio gioiello, ma secondo quanto riportato dal sito web sopracitato, il problema potrebbe essere legato ad un prezzo troppo elevato, che non la renderebbe competitiva sul mercato. Di certo, la 640 Adventure avrebbe una decisa marcia in più su tanti altri modelli, anche della stessa casa di Mattighofen, ma non si può ottenere tutto. Il suo ritorno, dunque, è davvero difficile da poter vivere nella realtà.

Moto, questi sono dei veri gioielli

Tra i modelli di moto più amati e maggiormente rimpianti, trova un certo spazio anche la Ducati Supermono, ma anche la Kawasaki KLR 650. La storia di quest’ultima è molto interessante, dal momento che è l’unico modello, di quelli che vi stiamo elencando, che è in realtà ancora in vita, per così dire, visto che viene venduta in paesi come l’Australia e negli Stati Uniti. Inoltre, non è neanche rimasta allo stato iniziale di progetto, dal momento che viene costantemente aggiornata, e nel 2022 è persino arrivata l’iniezione elettronica su questo gioiellino.

KTM 640 Adventure moto unica
KTM 640 Adventure in mostra (YouTube) – Motomondiale.it

Da quelle che sono le ultime indiscrezioni, si parla di qualche possibile intervento utile per far calare il peso e riportarla anche dalle nostre parti, ma è chiaro che servirebbero alcuni adattamenti ad un mercato ben diverso rispetto agli USA. Un problema per il mercato europeo è legato al tema delle emissioni, dal momento che sarebbe necessario adeguarla agli standard Euro 5+. Vedremo se la Kawasaki deciderà di regalarci questo sogno o meno.

A questo punto, è chiaro come il mercato delle moto potrebbe tornare ad offrire gioielli passati rivisti in chiave moderna, con l’impegno delle case che basterebbe per far sì che ciò accadesse. Chiaramente, al giorno d’oggi occorre fare molta attenzione ai costi, ed in molti casi, conviene rifare un progetto da zero piuttosto che correggerne uno con qualche anno sulle spalle. Di certo, tutto resta possibile.

Impostazioni privacy