MotoGP GP Catalogna, Gara: Bagnaia sfata il tabù Ducati, battuto Martin

La MotoGP ha fatto tappa in Catalogna, dove si elevato sul primo gradino del podio Pecco Bagnaia. Jorge Martin ha concluso secondo davanti a Marc Marquez.

Allo spegnimento dei semafori il poleman Aleix Espargaró è stato sverniciato da Bagnaia, Acosta e Binder. Il rookie della GasGas si è subito messo alle spalle del bicampione del mondo. Sotto pressione il torinese dopo il clamoroso errore all’ultimo giro della SR ha cercato di guidare pulito. Hanno subito recuperato posizioni Jorge Martin e Marc Marquez.

MotoGP GP Catalogna, Gara: Martin imprendibile
Bagnaia a Barcellona (Ansa) Motomondiale.it

Il Cabroncito e Martinator hanno recuperato al primo giro tre posizioni. Il madrileno si è portato in terza posizione, mentre MM93 in decima. Bagnaia ha provato subito a dare lo strappo, creandosi un vantaggio sul leader della classifica. Acosta è stato una spina nel fianco nella prima parte di gara. Pecco ha provato a chiudere ogni pertugio al nativo di Mazarrón.

Intanto Marc Marquez si è ingaggiato con Bastianini, Morbidelli, Miller e tutti gli altri piloti nella top 6. Jorge Martin si è unito al duo di testa e ha sverniciato al quarto giro Acosta. Il sorpasso ha, leggermente, agevolato il bicampione del mondo. Bagnaia ha potuto respirare per un giro, poi è stato incalzato al quinto giro e ha provato ad andare via. Il duello che infiammato la scorsa annata è tornato a dare spettacolo. Acosta e Binder sono rimasti guardinghi per qualche tornata alle spalle dei due ducatisti, favoriti per la conquista del riconoscimento iridato.

Sfida vinta da Ducati

Acosta e Binder guidano la stessa moto, ma con colori differenti. Il rookie spagnolo, certamente, prenderà il posto di Jack Miller, caduto anche oggi e fuori ritmo. Pedro ha scavalcato Bagnaia, dando dimostrazione di essere un pilota in grado di fare la differenza. Acosta ha provato poi a gestirsi un po’, girando alle spalle di Acosta. Bagnaia e Binder si sono un po’ distanziato dopo una decina di giri.

Sfida incrociata tra KTM e Ducati
Pecco Bagnaia in festa (Ansa) Motomondiale.it

Acosta, sul più bello, in curva 10 è caduto, mandando alle ortiche una grandissima possibilità. Si è rialzato ma la sua gara è finita. Martin si è ritrovato con un secondo di vantaggio su Bagnaia.

Aleix Espargaró e Raul Fernandez hanno dovuto alzare le antenne per il ritorno di Marc Marquez. Quest’ultimo ha fatto fuori, velocemente, il pilota Aprilia del team satellite, per poi fiondarsi negli scarichi di Aleix Espargaró, vincitore della SR di ieri.

A 6 giri dalla fine della gara Bagnaia si è ripreso la leadership, superando l’alfiere del team Pramac in curva 5. Il torinese ha dimostrato di averne di più nel finale di gara, avendo gestito meglio le mescole. Il madrileno si è accontentato di una seconda posizione che vale tante in ottica mondiale.

I riconoscimenti iridati si vincono anche con i piazzamenti sul podio. Marc Marquez ha scavalcato Aleix Espargaró e ha strappato al terza piazza. Bagnaia ha, finalmente, riportato la Ducati sul primo gradino del podio.

Impostazioni privacy