5 scooter dimenticati che hanno fatto la storia: alcuni sono dei capolavori, li ricordate tutti?

La storia dei motori è fatta anche di veicoli dimenticati. Ecco gli scooter che, alla loro uscita, avevano fatto scalpore.

Spesso quando si pensa alla mobilità su due ruote la mente va ad alcuni Paesi dell’Asia, come l’India, la Malesia o la Tailandia che per far fronte all’immenso traffico quotidiano, decidono di affidarsi al mezzo di trasporto più snello e facile da gestire in certe situazioni. E invece no. La realtà è che per trovare il luogo nel mondo con più veicoli del genere in circolazione, non bisogna neppure spostarsi con l’immaginazione, in quanto ci siamo già. L’Italia è la nazione con i numeri più elevati e il trend continua ad essere quello.

Scooter italiani
Scooter indimenticati (Pixabay) -Motomondiale.it

Patria del bel vivere e del clima amico, che consente per molti mesi all’anno di viaggiare accarezzati dal vento, è altresì sede di molti costruttori specializzati che nel tempo si sono fatti conoscere diventando delle bandiere, grazie alle loro produzioni  iconiche e di carattere.  Non tutti i modelli, ovviamente, sono riusciti alla perfezione, ma ce ne sono alcuni che hanno veramente alzato l’asticella.

Capolavori su due ruote, gli scooter meglio riusciti

Partiamo dal Piaggio Beverly. Dal nome con forte richiamo agli anni ’90, è infatti stato lanciato nel 2001, quando ancora si era sulla scia di una serie televisiva di grande successo, chiusa proprio nel 2000.  Di cilindrata superiore ai 200 cc, era apprezzato per la robustezza e l’affidabilità, senza troppi voli pindarci nell’estetica, ma comunque dal taglio moderno e raffinato. Utilizzato anche dalla Polizia Locale di diverse città, ultimamente ha subito un restyling in chiave sportiva, con tante aggiunte sul fronte dell’elettronica e dispositivi di assistenza alla guida.

L’Amico 50 di Aprilia trova ispirazione dal Giappone. Figlio anch’esso degli indimenticati Nineties, era essenziale, ma molto colorato, così da non passare inosservati. La sua importanza sta nel aver dettato la strada per altri modelli amati come l’SR e lo Scarabeo.

Piaggio Beverly caratteristiche
Il Piaggio Beverly, tra gli scooter più amati (Piaggio) -Motomondiale.it

A dispetto del nome era realizzato ad Atessa, in provincia di Chieti. Si tratta dell’SH targato Honda, nelle declinazioni 50, 125 e 150. Ancora oggi è molto diffuso. Rilasciato per la prima volta negli anni ’80, fece breccia nel cuore degli italiani per una certa qualità garantita a prezzi contenuti. Oggi la storia è cambiata, però. Per aumentarne la dotazione tecnologica anche il costo non è più basso come agli inizi, ciò non toglie però che resta un vero simbolo per i motorini.

Restando in Oriente citiamo anche lo Yamaha TMax, con il suo chassis in alluminio e un bicilindrico al centro e l’Honda X-ADV, un mix tra fuoristrada, moto e scooter.

Impostazioni privacy