Arriva lo scooter giapponese che ti fa dimenticare del benzinaio: consumi irrisori, il prezzo è la sua arma segreta

Il consumo è ridotto, il prezzo è quanto convince d’immediato: lo scooter giapponese che arriva sul mercato risponde alle esigenze attuali.

Tutto quanto consente di risparmiare sulle esose spese che riguardano i rifornimenti, è da prendere in considerazione, sopratutto nel settore della mobilità. In un’epoca storica che spinge a prestare grande attenzione alla sostenibilità e alla riduzione delle emissioni di sostanze inquinanti nell’ambiente, è chiaro che un occhio di riguardo da parte di chi compra e la massima attenzione da parte di chi produce è rivolta all’elettrico.

Lo scooter Honda perfetto per la città
Lo scooter che risolverà i problemi di rifornimento (Honda Press Media) – motomondiale

Coloro che hanno esigenza di girare in città e quindi percorrere distanze più circoscritte a una velocità più misurata saranno soddisfatti dall’ultimo scooter elettrico che arriva sul mercato, il quale è anche il primo per il mercato europeo da parte di Honda. Chiaramente si tratta di un ciclomotore green, perciò la sigla di lancio è EM e si completa in EM1 E, il quale è un modello che fa parte del più ampio progetto dell’azienda nipponica di introdurne dieci a livello globale, entro il 2025.

L’intenzione è quella di predisporre uno scooter per il centro urbano, capace di percorrere circa 30 km e che si adatti anche alle esigenze di traffico e parcheggio, quindi compatto e minimalista nel design, ma comunque curato nel dettaglio. Questo ciclomotore di Honda è piuttosto maneggevole grazie anche al peso contenuto di 95 kg, inoltre si può guidare in due modalità: Standard ed Econ.

Lo scooter di Honda per il centro urbano: caratteristiche e prezzo

Il motore è da 1,7 kW quindi 2,3 CV, integrato nella ruota posteriore. La batteria è estraibile da 50V e posizionata nel vano sotto la sella, nel quale resta comunque una capienza di 3,3 litri per altri eventuali oggetti. Il telaio tubolare è in acciaio, con forcella telescopia e doppio ammortizzatore. I cerchi sono da 12” e 10” con pneumatici stretti e la frenata combinata è con disco anteriore e tamburo al posteriore. Inoltre, è presente anche una presa USB e un portapacchi per montare – se si desidera – un bauletto. Il resto della strumentazione è display LCD.

Il primo scooter elettrico di Honda per il mercato europeo è arrivato
Honda entra nel mercato europeo degli e-scooter così (Honda Press Media) – motomondiale

L’Honda EM1 E arriva a un’autonomia di 41 km in Standard e 48 km in Econ. La batteria è dotata di una maniglia per trasportarla e ricaricarla dove si ritiene opportuno, con il caricatore da 160 minuti, i quali sono sufficienti per passare  dal 25% al 75% di carica, con un assorbimento di 270 W, mentre per la ricarica completa servono 6 ore. In tutto ne sono garantite 2.500. Il prezzo è davvero conveniente, ovvero 3.199 euro f.c. inclusa la manutenzione per i primi 36 mesi. Per la batteria, infine, c’è anche la possibilità di noleggiarla a 36 euro/mese per 36 mesi, rinnovabile.

Impostazioni privacy