Motomondiale logo

SBK Silverstone gara 1: vince Baz, Fabrizio 2°, Badovini 3°, cade Biaggi

Il francese Loris Baz beffa alla penultima curva Michel Fabrizio che sfiora l’impresa, Badovini 2°, Checa 5°, Melandri 7°, cade Biaggi alla fine.

Loris Baz (Kawasaki Racing Team), vincitore gara 1 (Superbike 2012)

Loris Baz (Kawasaki Racing Team), vincitore gara 1 (Superbike 2012)

Silverstone regala spettacolo in gara 1 della Superbike con pioggia a tratti che stravolge il lavoro di tutti. Gara dichiarata asciutta e tutti partono con le slick ma l’umidità della pista fa subito vittime con Kuba Smrz (Liberty Racing Team Effenbert) ed il suo compagno di scuderia Maxime Berger che si scontrano in curva schiacciati da altri piloti, bandiera rossa e partenza da ripetere.

LA GARA
Per tre quarti di gara è Carlos Checa (Ducati Althea) a dominare, arrivando a guadagnare fino a 3 secondi di margine sugli inseguitori, ma a 8 giri dalla fine comincia a piovere ed i piloti, partiti con le slick, cominciano a tirare i remi in barca con ad eccezione degli inglesi che con Leon Haslam in testa cominciano un assalto furioso per la vittoria ed è proprio il britannico a conquistare la testa del gruppo.

Sembra fatta per Haslam, ma il ritorno di Checa e soprattutto dei piloti BMW Motorrad Italia (Fabrizio e Badovini) stravolge i piani del pilota del team BMW ufficiale. Nei giri finali è una bagarre unica con cadute a ripetizione, ed in testa l’uscita di scena di Leon Camier da la carica ai piloti italiani che con Badovini prima e Fabrizio poi vanno a caccia del podio e della vittoria.

E’ Michel Fabrizio a fare l’impresa che sfuma a due curve dal termine della gara, quando il 19enne Loris Baz (Kawasaki) lo supera in staccata all’uscita della curva e va a prendersi la sua prima vittoria in Superbike.

Sul podio ci vanno comunque i due italiani del team BMW Motorrad Italia GoldBet, con Michel Fabrizio (2°) ed il compagno Ayrton Badovini (3°) che scivola subito dopo il traguardo facendosi travolgere da Jonathan Rea (Honda), 4°.

Quinto posto per Carlos Checa (Ducati Althea) che avrebbe meritato qualcosa in più per come aveva condotto la gara, mentre Max Biaggi (Aprilia Racing) scivola sul cordolo e cade a mezzo giro dal termine, con Marco Melandri (BMW Motorrad) che con il 7° posto porta via altri 9 punti al leader del Mondiale portandosi a soli 12 punti di differenza.

In classifica generale guadagnano 11 punti Carlos Checa e 8 punti Tom Sykes (Kawasaki) su Max Biaggi portandosi a 56 e 51 punti di distacco.

Silverstone – FIM Superbike World Championship – Race 1

1. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 40’46.128
2. Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 40’46.511
3. Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 40’46.587
4. Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 40’46.667
5. Carlos Checa (Althea Racing) Ducati 1098R 40’47.140
6. Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 40’48.747
7. Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 40’52.251
8. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 40’55.298
9. Davide Giugliano (Althea Racing) Ducati 1098R 41’05.150
10. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 41’05.215
11. Maxime Berger (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 41’15.968
12. Lorenzo Zanetti (PATA Racing Team) Ducati 1098R 41’16.286
13. Hiroshi Aoyama (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 41’30.350
14. Chaz Davies (ParkinGO MTC Racing) Aprilia RSV4 Factory 42’06.515
15. David Salom (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 42’28.826
16. Sylvain Guintoli (PATA Racing Team) Ducati 1098R 41’27.489
17. Jakub Smrz (Liberty Racing Team Effenbert) Ducati 1098R 41’53.544
RT. Max Biaggi (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 38’23.341
RT. Leon Camier (FIXI Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 30’28.566
RT. Niccolò Canepa (Red Devils Roma) Ducati 1098R 31’11.647
RT. John Hopkins (FIXI Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 21’57.027
NS. Norino Brignola (Grillini Progea Superbike Team) BMW S1000 RR
NS. David Johnson (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R