Motomondiale logo

Moto 2: Elias incontenibile, podio anche per Corsi

Come da pronostico Elias aveva detto che a Le Mans voleva vincere e così è stato. Il pilota di Manresa in difficoltà, ieri, a causa di una caduta nel corso delle qualifiche oggi è scattato velocissimo dalla seconda fila, ha lottato nei primi giri e poi ha controllato la gara. Una vittoria importante nel momento […]


Simone Corsi sul Podio di Le Mans (Moto 2 2010)

Come da pronostico Elias aveva detto che a Le Mans voleva vincere e così è stato. Il pilota di Manresa in difficoltà, ieri, a causa di una caduta nel corso delle qualifiche oggi è scattato velocissimo dalla seconda fila, ha lottato nei primi giri e poi ha controllato la gara. Una vittoria importante nel momento in cui i diretti avversari sono incappati in cadute varie. Un successo che gli consente di passare in testa alla classifica mondiale con un margine di 18 punti nei confronti di Tomizawa secondo.

Le Mans dolceamara invece per gli italiani della JiR Moto 2.
Dolce per Simone Corsi che riesce a capitalizzare la seconda fila ottenuta in prova e centra un risultato eccellente, salendo sul terzo gradino del podio. Dopo una partenza in sordina per preservare un po’ le gomme, il pilota del Team JiR Moto2 grazie a ottimi tempi sul giro (in linea con i primi) è riuscito subito a riportarsi a ridosso delle posizioni di testa. Ha tenuto duro agli attacchi di Iannone gestendo fino all’ultimo il progressivo deterioramento delle gomme, situazione quasi del tutto nuova per lui.
Il podio premia un lavoro certosino di ricerca del feeling con la moto, con piccoli ma efficaci interventi di messa a punto e una grande costanza nel processo di apprendimento.

Il terzo posto di significa per il romano anche la 3° posizione nella classifica iridata, che premia i continui miglioramenti fatti da Simone.

Il boccone è leggermente più amaro per Mattia Pasini, che si è dovuto ritirare al 7° giro a seguito di uno dei tanti contatti che hanno caratterizzato le prime fasi della gara, nel suo caso con l’ex leader del Mondiale Tomizawa. Fino a quel momento la gara del riminese stava procedendo con un buon recupero.